Select your Top Menu from wp menus

Spaccio, arrestati in otto

Gallipoli. Operazione Rewind: arrestati dai Carabinieri 8 persone accusate di spaccio di sostanze stupefacenti

I Carabinieri della Compagnia di Gallipoli hanno oggi eseguito otto ordinanze di custodia cautelare in carcere emesse dal gip del Tribunale di Lecce, Vincenzo Brancato su richiesta del pm Antonio De Donno. Si tratta di un’operazione su larga scala volta a colpire lo spaccio nella zona di Gallipoli e dintorni. Sono stati infatti tratti in arresto tre gallipolini, Fabio Negro, Luca Negro e Massimiliano Esposito, responsabili dello spaccio sulla piazza gallipolina e nei comuni limitrofi oltre a cinque soggetti ritenuti i canali di approvvigionamento. Essenzialmente la droga (cocaina, hashish e marijuana) arrivava sia dal brindisino dove operava Vito Manta (colpito da ordinanza ma già sottoposto a misura cautelare presso la Casa Circondariale di Trani), sia da Lecce, dove è stata tratta in arresto Anna Maria Riotti, sia da Maglie dove operavano Pantaleo Esposito e Pierluigi (rispettivamente fratello e nipote di Massimiliano Esposito) che Giorgio Piccinno (sottoposto alla misura degli arresti domiciliari a Scorrano). L’attività d’indagine ha avuto inizio il 24 luglio 2011 con la rapina alla Discoteca Praja di Gallipoli. Nell’ambito delle ricerche degli autori di quel crimine (ancora non scoperti), son partite le indagini su Fabio Negro, visto dai filmati di videosorveglianza della discoteca quella notte, con l’inizio di un’attività di intercettazione telefonica ed ambientale da cui è lentamente emersa l’esistenza di questo gruppo dedito allo spaccio. Nell’ambito dell’attività, durata dal luglio 2011 al gennaio 2013, sono stati eseguiti numerosi arresti dei soggetti oggi attinti dall’ordinanza di custodia cautelare, sia numerosi riscontri svolti con servizi di osservazione, controllo e pedinamento. Gli otto arrestati sono stati condotti presso la Casa Circondariale di Lecce (Trani per il Manta), a disposizione dell’Autorità giudiziaria.

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!