Aspettando la notte dell'archeologia creativa

Cavallino. Archeologia, storia, musica e teatro la notte del 10 luglio, in un progetto dell’Università del Salento per #Lecce2019

“Archeologia creativa. Al chiaro di luna nel Museo Diffuso” è l’evento in programma il prossimo 10 luglio 2014 alle ore 19.30 nel Museo Diffuso di Cavallino (Lecce). Realizzata dall’Università del Salento in collaborazione con il Comune di Cavallino, l’iniziativa nasce per valorizzare l’area archeologica rendendola fruibile in modo non ordinario. Il Museo, infatti, diverrà il palcoscenico dell’incontro tra archeologia, storia, musica e teatro. Nell’occasione saranno presentate le ricerche del Cantiere Scuola di Archeologia, attivato dal Dipartimento di Beni Culturali e dalla Scuola di Specializzazione in Beni Archeologici ‘Dinu Adamesteanu’, sotto la direzione scientifica della professoressa Grazia Semeraro e con la partecipazione di numerosi studenti di archeologia. «La suggestione della luce lunare e la frescura della campagna in una notte d’estate», spiegano gli organizzatori, «permetteranno ai visitatori di immergersi in maniera del tutto inusuale nella storia di uno degli insediamenti messapici più importanti, ampiamente noto a livello internazionale per la rilevanza dei rinvenimenti archeologici». La direzione artistica è affidata a due giovani archeologhe-artiste: Sofia Brunetta e Maria Margherita Manco, numerose le collaborazioni di attori e musicisti professionisti. Il programma A partire dalle ore 19.30, i giovani allievi del Cantiere Scuola illustreranno i risultati degli scavi in corso ed effettueranno visite guidate al sito, con il coordinamento di Corrado Notario (Università del Salento). In una ‘curiosity zone’ appositamente allestita, sarà possibile ricevere informazioni sull’archeologia nel Salento, a cura dei dottorandi in ‘Scienze del Patrimonio Culturale’. La prima parte della serata, dalle ore 20.30, sarà dedicata a un reading teatrale a cura di Maria Margherita Manco e Aldo Augieri (Teatro d’Ateneo): si potranno gustare l’ambigua poesia dei Sonetti di Shakespeare e la passione dipinta da Marlowe nel poema d’amore a sfondo mitologico “Ero e Leandro”. A seguire, il concerto del duo jazz di Giancarlo del Vitto e Dionisia Cassano, del trio “Trio Percorda” (Franco Tommasi, Ofelia Elia, Mino Toriano) in “Napoli senza chiasso”, del duo composto dalla cantante e compositrice Sofia Brunetta e dal dj/producer Giovanni Ottini, ed infine del cantautore Oh Petroleum.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment