Ferrovie Sud est inaccessibili, disabile denuncia

Salice Salentino. L’asfalto sconnesso è un pericolo per i disabili. Il reclamo di Raffaele Cordella, 69 anni, attraverso l’associazione salutesalento.it

La stazione ferroviaria di Salice Salentino è decisamente pericolosa per i disabili che devono prendere il treno delle Ferrovie Sud Est. Il manto d’asfalto in corrispondenza dei binari è sconnesso e difficilmente percorribile da una carrozzella. La segnalazione arriva dal signor Raffaele Cordella, un 69enne di Campi Salentina, che nei giorni scorsi, dovendosi recare dal suo commercialista a Salice, ha rischiato di rovinare per terra insieme alla sua carrozzella motorizzata. E dire che il signor Cordella ha già fatto presente la pericolosità del tratto di asfalto sconnesso al funzionario-bigliettaio della stazioncina. Ma senza successo. Stanco di non essere preso in considerazione da nessuno, il signor Cordella ha fotografato lo stato di pericolo del vialetto che porta ai treni e ha mandato le foto all’associazione Salute Salento, (www.salutesalento.it), che tutela la salute dei cittadini. «Anche l’inclinazione della rampa per salire sul treno con la carrozzella – aggiunge l’anziano passeggero – è molto ripida. Quasi il 25 per cento di pendenza. Perché non vengono incontro alle esigenze di movimento di noi disabili?».

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!