Bimba rapita: in un video gli attimi terribili

Monteroni. Si avvicinano, parlano, le comprano gelato e patatine, la rapiscono e scappano via con lo scooter mentre la sorellina di 9 anni la insegue disperata

In un video quegli attimi terribili che danno il via a cinque ore di terrore, per i genitori della piccola di 6 anni, rapita a Monteroni lunedì scorso. Giovanni Giancane e Valentina Piccinonno, di 45 e di 31 anni, il primo di Monteroni, la seconda di Lecce, entrambi con piccoli precedenti per spaccio di droga, arrivano alle 19.50, questo l’orario fissato dalle telecamere di sicurezza del Comune di Monteroni, a bordo di uno scooter guidato dall'uomo e si fermano vicino alle due sorelline di nazionalità bulgara, di 6 e 9 anni, che giocavano tranquillamente nel parco giochi dell’area mercatale del paese. Si vedono i due sequestratori che s’avvicinano alle bambine; poi altre telecamere li filmano vicino ad un chiosco dove comprano gelato e patatine per la piccola che dopo pochi minuti sarà rapita. Giovanni Giancane è davanti, lo segue Valentina Piccinonno che tiene per mano la bambina più piccola. Poi la prende in braccio e la mette sul sedile dello scooter, in mezzo fra lei e Giancane. Lo scooter parte, mentre la sorella maggiore e un’altra bimba, disperate lo inseguono. La bimba è stata poi ritrovata 5 ore dopo dai Carabinieri. LEGGI QUI TUTTI I DETTAGLI DEL RITROVAMENTO Sequestro lampo bimba 6 anni: tutti i dettagli del ritrovamento Il gup di Lecce Vincenzo Brancato ha fissato per stamane alle 9 l'interrogatorio di garanzia per i due arrestati.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!