Giorgia Pino, The Voice of Casarano

Giovedì 5 giugno la puntata finale del Talent Show di Rai Due. E tra i finalisti, anche la grintosa 18enne salentina. Che non dimentica mai di ringraziare chi fa il tifo per lei

di Valentina Isernia “Voglio rubare solo pochi secondi per raccontarvi di una semplice ragazza di un paesino vicino Lecce che, da qualche mese a questa parte, in un giorno apparentemente qualunque non è più riuscita a distinguere il sogno dalla realtà . Chi mi conosce saprà che probabilmente la musica è il comun denominatore di tutto ciò che faccio…” Da Casarano agli studi di Via Mecenate, a Milano. Dai banchi dell'ITC De Viti De Marco al palcoscenico di “The Voice of Italy”. Giorgia Pino, un sorriso vivace, un'energia che traspare, ha fatto tanta strada, portando con sè una delle sue doti più affascinanti: la voce. E' giovane, Giorgia, ha appena 18 anni e uno sguardo dolce. Nessuno si aspetterebbe quei graffianti toni con i quali ha solcato il palco per le prime selezioni, interpretando davanti ai giudici della Blind Audition la poetica “Come foglie” di Malika Ayane. Nonostante le piccole incertezze portate dall'emozione, Noemi, una dei quattro coach del programma – insieme a Raffaella Carrà, J-Ax e Piero Pelù – è stata la prima a credere in quell'affascinante, particolare vocalità che ha conquistato l'Italia; è stata la prima a voltarsi, la prima a sceglierla per il suo team, dando ancora più energia a una Giorgia che, dalla sua pagina Facebook promette “solennemente a Noemi di dare fino all'ultima goccia di me!”. Tutto l'appoggio e la stima non sono tardati ad arrivare: già a due giorni dalla prima comparsa sul palco, lo staff lancia “4519 volte grazie!” a tutti coloro che hanno cominciato a seguire la giovane cantante sul social e a toni entusiasti Noemi la descrive: “È una farfalla in un bozzolo non vedo l’ora che esca fuori per mostrare a tutti quanto è brava” Arriva alla prima sfida e la farfalla ha voglia di volare: grinta, determinazione e una disinvoltura che farebbero invidia al più esperto dei cantanti fanno proseguire Giorgia che, interpretando “Caffè nero bollente” come “una leonessa”, prosegue la gara nel team di Noemi. Come da format, il programma procede a colpi di eliminazioni. Giorgia si appoggia ai suoi sostenitori e lo fa puntando sulla forza non del televoto ma delle emozioni: “Spero di riuscire ad emozionare tutti quanti voi almeno la metà di quanto lo sono io … Grazie a tutti per il supporto e l'affetto dimostrato […] Vorrei che tutte le emozioni che mi attraversano in questo momento arrivassero a mostrarvi quanto tengo a questo mio percorso”. Per il primo Knock Out, Giorgia dà voce alla sua terra interpretando “Nuvole e Lenzuola” dei Negroamaro e guadagnandosi di diritto l'arrivo ai live di The Voice: “Per me sono giornate intense ma speciali, stressanti ma addolcite dal vostro preziosissimo sostegno” dice Giorgia ai suoi fan, esprimendo tutta la dolcezza spesso nascosta da quella grinta che mostra sul palco. “Molto spesso la televisione non mostra che il 10% di ciò che si è realmente. Spero che il vostro sostegno mi aiuti a dimostrare chi sono realmente e a regalarvi con il tempo nuovi pezzettini del mio mondo. Auguro una splendida serata a tutti voi. Con la musica nel cuore ed i vostri messaggi ad accarezzare le mie emozioni”. Tra le lacrime, i sorrisi, e le speranze racchiuse nel suo sogno, Giorgia non dimentica di tornare ogni tanto con i piedi per terra, e lo fa partendo dal principio, dallo “start” iniziale, la sua terra: “Ogni tanto la mente ed il cuore aumentano smisuratamente i loro giri, ed è allora facile dimenticarsi di ringraziare pubblicamente persone importanti… Ho solo 18 anni e sono all'ultimo anno delle scuole superiori … Senza l'appoggio e l'amore di tutti gli amici dell'I.T.C De Viti De Marco di Casarano, dei miei adorabili prof. e del super e grandissimo Preside, non avrei mai avuto la fortuna e la possibilità di proseguire questo straordinario percorso. È un po' come se vi foste voltati in ogni singolo giorno di questo cammino e mi aveste scelta sempre e comunque. Perché non dimentico da dove provengo e sono sempre la Giorgia di un paese che sono fiera di rappresentare. Con tutto l'amore che ho”. Un affetto ricambiato con il sostegno di tutti, una spinta corale da cittadini e amministrazione comunale, che vogliono che la loro cantante divenga la cantante di tutti

Il bozzolo ormai è schiuso, e la giovane farfalla, ad ali dischiuse, spicca il primo volo di prova e arriva, voluta da Noemi, sul palco della tappa romana del Tour “Made in London” Grazie alla sua bravura e al sostegno di tanti, Giorgia sbaraglia i contendenti e giunge alle semifinali, dove abbatte le sue “mille paranoie” graffiando le note in inglese di “What's up” di Linda Perry e quelle italiane di “Vivimi”, scritta da Biagio Antonacci. Giorgia affronta una prima, piccola delusione grazie al vantaggio che Noemi assegna al secondo membro del team in gara; delusione presto cancellata dal pubblico, che ama Giorgia e le permette di continuare il sogno e diventare una delle voci protagoniste della finalissima. A tre giorni dalla finale, che andrà in onda giovedì 5 giugno, Giorgia attende trepidante il verdetto e condivide il suo stato d'animo con tutti: “Sono ancora qui, tra il lavoro che mi attende ed una piccola pausa, ad emozionarmi e a ringraziare per tanto amore e tanto impegno. Siete la mia forza. La televisione a volte ci fa apparire come irraggiungibili. Ma io sono una semplice ragazza che ama cantare e a volte fatico a trovare le parole per ringraziare tutti a dovere! Ciò che sta facendo il Comune della mia splendida città, dal sindaco Gianni Stefano a tutta la giunta comunale, dalla mia scuola a tutti i miei amici e supporters ha dell'incredibile. Qualsiasi sia il risultato, Giorgia ha vissuto a pieno il suo sogno e rassicura chi la segue con affetto: non immagina “cosa più bella di sapervi così vicini. Siete voi la mia vittoria!”

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Valentina Isernia

Giornalista pubblicista, laurea in Industria Culturale e Comunicazione Digitale presso l’Università la Sapienza di Roma con specializzazione in Social Media. Analista di contenuti televisivi e di misurazione audience in real time. Social Media Manager, Social Engager, Community Manager, Storyteller

Articoli correlati