Scuola primaria ‘Tempesta’, cadono calcinacci dal cornicione

Lecce. Il presidente dello Sportello dei Diritti ha chiesto alla Provincia un intervento urgente di messa in sicurezza

LECCE – La scuola è rimasta aperta. Nonostante alcune parti del cornicione dell'edificio adibito a palestra abbiano ceduto finendo a pochi passi dall’ingresso principale dell’istituto. E’ accaduto nei giorni scorsi presso la scuola primaria “Livio Tempesta” di Lecce. Giovanni D’Agata, presidente dello Sportello dei diritti della Provincia di Lecce ha segnalato l’episodio a Palazzo dei Celestini, chiedendo di affidare i lavori per l’immediata messa in sicurezza dell’edificio e per la sistemazione del ponteggio di protezione. Secondo D’Agata, il cedimento è l’effetto di incuria e trascuratezza nella gestione dell'immobile pubblico, determinato da una non puntuale manutenzione. L’intonaco che si è staccato dal cornicione non ha fortunatamente colpito nessuno.

scuola Livio Tempesta

“Proprio per garantire l'incolumità dei bambini – ha riferito D’Agata -, gli insegnanti hanno transennato la zona con un nastro legato anche a delle sedie che fungevano da barriera senza però provvedere alla rimozione delle parti pericolanti della struttura”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment