‘Città di Lecce’, riduzione del budget da 29 a 26 milioni

Lecce. La riorganizzazione dei budget di spesa da parte della Asl di Lecce mette in crisi il personale delle cliniche

LECCE – Tre milioni di euro in meno di budget con tutti i disagi che questa riduzione comporta. E’ l’effetto sulla clinica “Città di Lecce” della riorganizzazione dei budget di spesa che la Asl di Lecce ha assegnato alle strutture sanitarie presenti sul territorio. Da 29 a 26 milioni di euro, per quanto riguarda la struttura leccese. Ieri l’amministratore straordinario della clinica ha indetto una assemblea pubblica alla quale hanno preso parte i dipendenti e le sigle sindacali. L’incontro è servito a discutere della situazione di disagio e soprattutto a sottolineare la necessità di un impegno corale al fine di evitare che ai tagli dei fondi a disposizione seguano i tagli del personale. In questo l’amministratore ha chiesto la massima partecipazione alle organizzazioni sindacali. “Riteniamo che la Asl di Lecce, debba immediatamente aprire una trattativa con le cliniche interessate alla riduzione del budget – ha dichiarato Giuseppe Melissano, segretario generale della Funzione Pubblica (FP) Cisl di Lecce – ma anche con le altre che hanno avuto la maggiorazione del budget, insieme con i rappresentanti dei lavoratori che devono garantire gli attuali livelli occupazionali. Nessun posto deve essere perso e soprattutto il cittadino ha diritto di usufruire della migliore qualità del servizio”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Redazione

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!