Basket, il Brindisi si piega al Sassari

La formazione pugliese è mancata di concentrazione ed efficacia ed il secondo match di Play off è stato continuamente dominato dagli avversari

Ph: Giovanni Evangelista E’ andato nuovamente al Banco di Sardegna Sassari il match di play off contro l’Enel Brindisi. Si trattava della seconda gara, dopo quella disputata la scorso 19 maggio e terminata a favore della formazione sarda per 75-73, nonostante la brillante prestazione dei brindisini, risultati in vantaggio anche di dieci punti, in alcuni momenti dello scontro. Questione di decimali. Ma stavolta la matematica è andata nettamente a sfavore della formazione pugliese che non è riuscita a concludere neppure un parziale di gara in vantaggio subendo i punteggi di 31-13, 53-31, 76-40 fino al risultato finale di 89-62.

Bucchi

Il coach Bucchi dà indicazioni a James Delroy su come coprire l'avversario

Chiotti

Chiotti marcato da Diener

Chiotti

Chiotti in elevazione contrastato da Iannuzzo del Banco di Sardegna

Chiotti

Il centro dell'Enel Chiotti a canestro

sassari

La coreografia dei tifosi del Sassari

Diener

Drake Diener miglior giocatore del Banco di Sardegna Sassari

Lewis

La delusione della guardia dell'Enel Brindisi Lewis

Lewis

Lewis del Brindisi contrastato da Diener

Bucchi

La desolazione di Bucchi a fine gara

basket

L'esultanza di Diener

basket

L'esultanza di Thomas

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment