I sindaci: ‘Stop all’ecotassa’

Lecce. La delibera predisposta dall’assemblea dei sindaci ed inviata a tutti i Consigli comunali salentini

LECCE – Quattro richieste rivolte alla Regione. Sono contenute nella delibera predisposta dall’assemblea dei sindaci della provincia di Lecce, che ora sarà inviata ai primi cittadini di tutti i Comuni salentini per una immediata approvazione da parte dei rispettivi Consigli. Tema della delibera: l’ecotassa regionale. L’assemblea, presieduta dalla sindaca di Bagnolo del Salento Sonia Mariano, si è riunita stamattina alla presenza del presidente della Provincia di Lecce Antonio Gabellone e del commissario dell’Ato Lecce 2 Silvano Macculi. La delibera preparata alla fine della riunione chiede alla Regione Puglia di impegnarsi ad abbattere immediatamente l’ecotassa regionale; prorogare l’entrata in vigore dell’ulteriore inasprimento dell’ecotassa per i Comuni inadempienti; tenere conto, nella ripartizione dell’ecotassa dei prossimi anni, delle agevolazioni che sono dovute ai Comuni ospitanti gli impianti di rifiuti del Salento; di convocare un tavolo tecnico immediato per affrontare la questione con una sufficiente e doverosa concertazione con le autonomie locali e i Comuni. La delibera è stata inviata anche all’Anci Puglia, in modo che venga inviata, estesa e approvata da tutti i Comuni pugliesi.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment