Tre proiettili in una busta davanti al lido di Prete

San Cataldo. Misterioso atto intimidatorio ai danni del Lido York di proprietà del presidente della Camera di commercio

SAN CATALDO – Tre proiettili in una busta. Destinazione: il Lido York di San Cataldo, di proprietà di Alfredo Prete, presidente della Camera di commercio di Lecce. E infatti lì li ha trovati, ieri pomeriggio, il custode della struttura, che ha subito informato le forze di polizia. Inquietante atto intimidatorio nei confronti dell’imprenditore, che non ha voluto rilasciare dichiarazioni ma che fino a ieri non sarebbe mai stato vittima di minacce o episodi simili.

Alfredo Prete

Alfredo Prete Nella busta, nessun tipo di messaggio, né timbro postale o indirizzo riportato all’esterno. Solo i tre proiettili, dal significato più che chiaro. I plico è dunque stato recapitato a mano. Chi sia stato a lasciarlo lì, resta un mistero. E spetta agli uomini della Squadra mobile di Lecce, guidati dalla dirigente Sabrina Manzone, scoprirlo. La sostituta procuratrice della Repubblica di Lecce Carmen Ruggiero, ha intanto aperto un fascicolo a carico di ignoti. La prima pista è quella di un avvertimento legato al racket ed alle estorsioni, ma le indagini si svolgeranno a 360 gradi per stabilire la natura dell’accaduto.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!