Appalti pubblici. Un seminario sulle nuove norme

Lecce. Workshop organizzato da Provincia e Ance per approfondire le direttive europee ed i risvolti sul sistema economico territoriale

LECCE – La pubblicazione delle direttive europee sugli appalti pubblici si inserisce in un programma globale il cui obiettivo è di portare avanti un’ampia modernizzazione del sistema degli appalti dell’Unione Europea. Promuovere la qualità e l’innovazione negli appalti pubblici, ridurre gli oneri burocratici, includere gli aspetti ambientali e sociali, promuovere l’uso di una diversa offerta economica, più vantaggiosa rispetto al criterio del prezzo più basso, che dovrebbe essere l’eccezione piuttosto che la regola, sono le linee guida delle nuove direttive. L’obiettivo è ambizioso: rendere gli appalti pubblici più intelligenti ed efficienti e, soprattutto, aumentare la partecipazione delle piccole e medie imprese. Per approfondire la nuova normativa e cercare di comprenderne i risvolti sul sistema economico territoriale, Provincia di Lecce e Ance Lecce hanno promosso per oggi alle 9 il seminario “Le nuove direttive europee sugli appalti pubblici: è tempo dell’efficienza?”. L’incontro avrà luogo presso la Biblioteca Bernardini del Convitto Palmieri. Il programma dell’evento prevede: Ore 09.00: registrazione dei partecipanti Ore 09.30: saluti Antonio Maria Gabellone, presidente Provincia di Lecce Nicola Delle Donne, presidente ANCE Puglia Piernicola Leone de Castris, presidente Confindustria Lecce Ore 10.00: introduzione Bernadette Veca, direttore generale per la Regolazione – Ministero delle Infrastrutture Ore 10.20: intervento Giampiero Rizzo, presidente Ance Lecce Ore 10.45: un’analisi tecnica Arturo Cancrini, amministrativista Foro di Roma Francesca Ottavi, direttore Area Legislazione Opere Pubbliche Ance Ore 11.30: dibattito Ore 12.15: conclusioni Paolo Buzzetti, presidente Ance Modera Vincenzo Rutigliano, giornalista de “Il Sole 24Ore”

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!