Smaltimento amianto, convenzione Comune-Econova

Casarano. L’accordo permetterà ai cittadini di smaltire l’eternit a costi contenuti

CASARANO – Consentire ai cittadini di beneficiare di una tariffa vantaggiosa per lo smaltimento dell’eternit. E’ la decisione assunta dal Comune di Casarano che lo scorso 26 marzo ha sottoscritto una convenzione con la ditta Econova per incentivare e facilitare l’attività di bonifica del territorio, attraverso lo smaltimento di materiali contenenti amianto. Lo smaltimento dell’amianto richiede procedure sanitarie complesse e l’intervento di personale altamente qualificato. La complessità di tali procedure, negli anni ha disincentivato il corretto smaltimento, alimentando fenomeni di degrado ambientale e rischi per la salute pubblica. Il servizio, è stato affidato alla Econova, ditta specializzata nel settore individuata mediante avviso pubblico. Gli interventi, i cui costi sono a carico dei cittadini, possono essere richiesti direttamente alla ditta cui dovrà essere corrisposta, per tutte le fasi dello smaltimento, la somma a tariffa agevolata di 0,51 euro/Kg + Iva. “La sottoscrizione di questa convenzione rappresenta per il Comune di Casarano un fondamentale passo in avanti nella tutela dell’ambiente e della salute dei cittadini dai rischi derivanti dall’inquinamento – ha spiegato il sindaco Gianni Stefano -. Questa iniziativa, permetterà ai casaranesi di poter accedere facilmente ad un servizio che, per la complessità e pericolosità del materiale richiede un iter burocratico procedurale molto articolato.Il Comune di Casarano, confidando nel senso civico e nella sensibilità dei cittadini per la salvaguardia dell'ambiente e della salute, invita tutti gli interessati ad avvalersi di questa opportunità che permetterà di contenere i costi ed evitare rischi alla salute.” Per informazioni e prenotazioni è possibile rivolgersi presso: Econova Servizi per l’Ambiente s.r.l. Via Rubino- GALATINA Numero Verde 800-661-157 tel. 0836 562828 fax. 0836 591699 [email protected]

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!