‘Lost without you’. Per ‘54songs’ una canzone da divano

Un cielo simile a quello di oggi, nel Salento, alla base dell’ispirazione della nona canzone (su 54) del progetto di Lamare

Nona canzone inedita pubblicata dal musicista indie Tobia Lamare sul blog 54songs. Si chiama “Lost Without You” ed è stata composta sull’ispirazione di una giornata di pioggia con il cielo grigio. Ecco come la descrive Lamare: E’ primavera! Ma oggi piove! Fa un po' freddo nel tacco d’Italia ma probabilmente ci sono onde. Un bell'inizio di settimana! I primi accordi di questa canzone sono stati ispirati da un cielo simile a quello di questa mattina nel Salento: piccole gocce di pioggia e cielo grigio. “…C’è un tempo per ballare…” qualcuno diceva nella “Bibbia” e nel film “Footloose”, e io aggiungo che c’è un tempo per restare sul divano con una chitarra vicina e una bella tazza di decaffeinato americano e magari scrivere una nuova canzone o provare a perfezionare “Stairway to Heaven” o “Spanish Caravan”. Non mentite a voi stessi, anche i punk più incalliti lo fanno, a volte anche con “Hotel California”! “Lost Without You” è una canzone da divano. Una canzone d’amore per chi ci fa avere il senso dell’orientamento. Il vostro amore, un figlio, o una figlia, il vostro cane, la mamma, l’amico o l’amica che incredibilmente riesce a capire il vostro stato d’animo o il bisogno di un Oki, oppure la persona che amate di più al mondo, la persona con cui scegliete di condividere la vostre gioie e i vostri dolori. Gli anni ’90 sono stati molto intensi per me: la crescita e l’indipendenza, la scelta della musica, scelte di vita. Ricordo i primi viaggi in Inghilterra e Irlanda, i primi concerti e feste con tanta gente. I primi grandi festival e vinili autografati dagli eroi musicali di sempre. Ricordo anche momenti di incertezza, di smarrimento e di indecisione. Pensavo che se non capivo prima di tutto “cosa” ero, sicuramente nemmeno gli altri potevano capirlo. Invece c’erano sempre delle persone a cui non c’era bisogno di spiegare niente. Un po’ come gli angeli di Wim Wenders. Ci sono voluti molti anni per capire questo. Ma d’altronde a parte Peter Falk chi è che sentiva gli angeli nei due film di Wenders? Questa canzone è per i miei e i vostri angeli. Buon ascolto. “Lost without you” music and lyrics by Stefano Todisco a.k.a. Tobia Lamare Tobia Lamare: guitar, vox, harp Recorded at Lobello Records during the weekend before the week #9 on Saturday 22/03/2014.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment