Ponti di spaghetti, tutto pronto per la gara

Lecce. Seconda edizione della “Spaghetti bridge competition”. Il 21 marzo l’esposizione dei modelli e le prove di resistenza

LECCE – Camminare su ponti di spaghetti? Si può. È tutto pronto per la sfida finale della “Spaghetti bridge competition”, la gara studentesca – promossa nell’ambito della Facoltà di Ingegneria dell’Università del Salento dal professor Giorgio Zavarise – che mette in competizione ponti fatti soltanto di pasta e colla. Appuntamento con l’esposizione dei modelli e le prove di resistenza il 21 marzo prossimo, a partire dalle ore 9, nell’aula Y1 dell’Edificio “Angelo Rizzo” (complesso Ecotekne, via per Monteroni, Lecce). Circa 30 i gruppi di studenti che si sono iscritti alla competizione e che si sfideranno rispettando poche e semplici regole: utilizzare soltanto pasta (più spesso spaghetti o bucatini, ma anche altri formati) e colla per realizzare ponti in grado di reggere carichi via via crescenti. Vincerà il ponte che resisterà di più. Come per la prima edizione, anche quest’anno l’azienda Granoro ha garantito il sostegno alla manifestazione, sia con un contributo economico, sia – ecco la novità – con una originale forma di beneficenza: su proposta del professor Zavarise, l’azienda ha accettato infatti di donare un chilogrammo di pasta per ogni chilogrammo di resistenza dei ponti, fino al un massimo di cinque quintali. La donazione sarà destinata a due enti benefici: l’associazione di volontariato “Un mondo di Bene”, che opera sia in Italia che nello Sri Lanka, e la “Comunità Emmanuel” di Lecce, che opera a sostegno dei minori, delle famiglie in difficoltà e su tanti altri fronti. Il 3 aprile alle ore 15, inoltre, avrà luogo una competizione “semplificata”, con ponti più piccoli, riservata agli studenti dell’IISS “Enrico Medi” di Galatone (presso la stessa scuola) organizzata nell’ambito del progetto “Riesci”, con il quale la Facoltà di Ingegneria si propone di facilitare il passaggio dall’istruzione superiore a quella universitaria. Articolo correlato: Solo pasta e colla. Torna la Spaghetti bridge competition

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!