Centro sperimentazione S. Anna. Capone: ‘Acceleriamo’

Roma. Il deputato del Pd ha scritto al Ministero delle Politiche agricole per riaprire il confronto sul trasferimento della struttura presso l’Università

ROMA – Sostenere il progetto di recupero e valorizzazione del Centro di Sperimentazione Sant’Anna avanzato dal Centro Studi Rudiae, dal Comune di Monteroni e dall’Università del Salento con la richiesta di trasferimento in comodato della struttura e del terreno all’Università del Salento finalizzato alle spin-off dell’Università del Salento interessate alle tecnologie di salvaguardia ambientale e del risparmio energetico da fonti rinnovabili. E’ l’obiettivo della lettera inviata da Salvatore Capone, parlamentare Pd del Salento, al ministro delle Politiche agricole Maurizio Martina, al Dipartimento di Agronomia del Consiglio per la Ricerca, dopo l’appello lanciato nei giorni scorsi dal presidente del Centro Studi Rudiae e dal Comune di Monteroni per una riattivazione del Tavolo già esistente presso il Dipartimento. Nella lettera il parlamentare democratico ricostruisce i momenti salienti della vicenda, sottolineando lo stato di semiabbandono in cui versa la struttura e, viceversa, la possibilità di una sua nuova vita all’interno di un più articolato progetto legato alla formazione d’eccellenza, alla ricerca e all’innovazione. “La realizzazione del progetto – scrive Capone – sarebbe possibile, secondo i proponenti e gli amministratori del Comune di Monteroni, poiché coerente con il dettato delle tipologie previste dalla Legge Salva-Italia, permettendo il trasferimento dell’azienda dal Ministero delle Politiche Agricole all’Università del Salento, in virtù di un programma condiviso di rivitalizzazione. D’altra parte la stessa Amministrazione comunale di Monteroni, già nel dicembre dello scorso anno, aveva rivolto al Ministero delle Politiche Agricole appello per l’accorpamento dell’Azienda all’Università, manifestando preoccupazione circa lo stato dei luoghi, giudicandolo poco coerente con un’ipotesi di rilancio del sito e di sviluppo in termini occupazionali e di ricerca scientifica. Nel frattempo nessun effetto concreto avrebbe sortito la Procedura di Tavolo tecnico promossa dal Dipartimento in risposta alla sollecitazione territoriale”. Capone chiede al Ministro delle Politiche Agricole e ai responsabili del Dipartimento notizie certe sullo stato dell’arte e la riconvocazione del Tavolo “al fine di accelerare, eventualmente, i tempi del passaggio”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!