Anno accademico, inaugurazione creativa

Lecce. Il tema di fondo della giornata sarà “Università Capitale della Cultura”; due momenti e due registri per la festa di inizio

LECCE – “L’Università Capitale di Cultura”. E’ questo il tema cardine dell’inaugurazione dell’anno accademico 2013/2014 dell’Università del Salento, in programma oggi. Doppio appuntamento – la mattina con la più classica “cerimonia inaugurale” e il pomeriggio con una “performance di comunità” intitolata “UniSalento Comunità Creativa” – per un’intera giornata dedicata al racconto della vita quotidiana, delle potenzialità e dei progetti della comunità accademica, alla presenza e in collegamento con svariati attori “esterni” già interlocutori dell’Ateneo salentino (dalle scuole superiori agli ordini professionali, dalle associazioni alle realtà imprenditoriali), e un costante riferimento al lavoro che la città e il territorio stanno facendo nell’ambito della candidatura di Lecce a Capitale Europea della Cultura. // La cerimonia inaugurale La più “classica” cerimonia inaugurale si svolgerà dalle ore 10.30 presso il Centro Congressi del Complesso Ecotekne (via per Monteroni, Lecce). Dopo l’introduzione del rettore Vincenzo Zara, seguiranno gli interventi della direttora generale Claudia De Giorgi, del presidente della Consulta del personale tecnico-amministrativo Tiziano Margiotta e del presidente del Consiglio degli studenti Enrico Pulieri. A seguire, il discorso inaugurale del rettore e la lectio magistralis affidata al professor Luigi Nicolais, presidente del Cnr. Come da tradizione, i momenti musicali saranno a cura del Coro Polifonico UniSalento. Diretta streaming per l’intera mattinata collegandosi a http://came.unisalento.it/media/live/ e traduzione in lingua dei segni italiana (Lis) per tutti gli interventi (anche quelli musicali). // UniSalento Comunità Creativa A partire dalle ore 17 Palazzo Codacci-Pisanelli (viale dell’Università, Lecce) e il polo urbano diverranno palcoscenico della performance di comunità “UniSalento Comunità Creativa”: il risultato di un processo di “creazione” collettiva realizzato con il coordinamento del professor Salvatore Colazzo, preside della Facoltà di Scienze della Formazione, Sciente Politiche e Sociali. Fino a notte inoltrata, l’“invasione” della città da parte di docenti, studenti, personale e realtà attive sul territorio, proprio a partire dal luogo storico di fondazione dell’Università, che ospita uffici, servizi e aule di alcune delle Facoltà dell’Ateneo e che con questo evento si apre all’intera comunità: sospesa la routine, Palazzo Codacci-Pisanelli si riscopre nella festa. Molto denso e articolato il programma: musica, teatro, reading, sport, documenti audio-video, degustazioni, percorsi guidati. Alle 21, appuntamento nell’aula magna per il dialogo (con traduzione in LIS) tra il rettore Vincenzo Zara, il sindaco di Lecce Paolo Perrone e il direttore artistico di Lecce2019 Airan Berg. Dalle 22 pub-lezioni in alcuni dei locali della “movida”, e a mezzanotte gran finale con concerto autogestito dagli studenti. Invito generale e programma della performance pomeridiana sono scaricabili dal portale istituzionale UniSalento alla pagina www.unisalento.it/inaugurazione.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!