Da New York alla Puglia: così parte il Joe Bastianich Music Tour

Stasera, alle 21.10, sarà la Puglia la prima tappa del Tour tra musica e cucina di Joe Bastianich.

Da New York alla Puglia, dalla cucina al palcoscenico, dai fornelli alla chitarra. Parte stasera il nuovo format che andrà in onda su Sky Arte HD e che mostrerà un inedito Joe Bastianich, meglio conosciuto per il suo ruolo da giudice a “Masterchef” di cui è divenuto protagonista grazie ai giudizi pungenti riguardo padelle e fornelli. “On the road – Joe Bastianich Music Tour” vedrà Bastianich alle prese con una serie di documentari in cui si è tuffato alla scoperta della musica tradizionale, dei costumi delle regioni italiane e della vita popolare che viene ancora conservata in alcune zone della Penisola italiana. Non poteva esimersi, dunque, dal viaggio in Puglia, che sarà proprio la prima tappa del Tour, visitata tra prodotti tipici ed eccellenze con storia plurisecolare. Storie che si intrecciano, racconti e avventure accomunate dalla musica, comune denominatore del programma televisivo. Nel viaggio pugliese Bastianich ha incontrato numerosi artisti tra cui il trombettista Cesare dell'Anna, analizzandone in modo particolare il lato bandistico; l'artista salentino infatti da anni porta avanti il progetto “Giro di banda” con il quale gira le piazze di tutta Italia unendo innovazione stilistica e conservazione dell cultura tradizionale pugliese. Un ensemble con più di 30 artisti tra musicisti, giocolieri ed artisti di strada. Il repertorio prevede marce sinfoniche classiche del repertorio bandistico ed alcuni tra i brani più belli della tradizione popolare salentina e parte del repertorio del gruppo balkanjazz Opa Cupa, tutto fortemente influenzato da grossi spunti improvvisativi e arrangiamenti per organico bandistico. L'appuntamento, dunque, è per questa sera, 12 marzo, alle ore 21.10. Il programma coogni mercoledì alle 21.10 su Sky Arte HD.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!