Riciclo a scuola: rifiuti in cambio di ‘punti’

Sogliano Cavour. Oggi l’installazione dell’ecocompattatore presso l’istituto comprensivo. A breve, un secondo al centro del paese

SOGLIANO CAVOUR – Riciclare bottiglie in plastica e lattine di alluminio, ricevendo in cambio dei punti che permetteranno di vincere un premio alla fine dell’anno scolastico. L’Istituto comprensivo di Sogliano Cavour da oggi avrà il suo ecocompattatore, quella “macchinettà” facile da usare che, alla fine dell’anno, decreterà quale sarà stata la classe più riciclona. Dopo l’esperienza positiva di Uggiano La Chiesa, primo Comune del Salento a installare nelle proprie scuole l’eco-compattatore, dove nella sola giornata del 1° marzo sono state conferite oltre 2000 bottiglie di plastica, l’avventura del progetto “Riciclo Premiante nelle scuole” prosegue a Sogliano. Si tratta di un progetto promosso dalla Società Eco-Sud Ambiente, concessionaria dell’azienda Garby che produce gli eco-compattatori, e adottato anche dall’Amministrazione Comunale di Sogliano Cavour in collaborazione con le scuole del paese, nell’ambito degli interventi intrapresi in tema ambientale. L’inaugurazione dell’eco-compattatore avverrà alle ore 9 di oggi, presso le scuole elementari e medie di Sogliano Cavour, alla presenza degli amministratori comunali e dei rappresentati della ditta Eco Sud Ambiente. Nelle prossime settimane verrà inoltre installato, nel centro del paese, un altro eco compattatore destinato all’intera comunità soglianese, che permetterà ai cittadini di ricevere 10 centesimi, per ogni singolo pezzo di plastica e/o alluminio immesso, da utilizzare come “buoni acquisto” negli esercizi commerciali aderenti al progetto.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!