Bellanova e Capone: ‘Ascoltare le esigenze degli avvocati’

Roma. La riflessione dei parlamentari salentini del Pd sulla riforma della giustizia

ROMA – Per una riforma efficace della giustizia, bisogna ripartire dalle esigenze di chi la macchina della giustizia conosce in profondità, gli avvocati. Ne sono convinti i parlamentari salentini del Pd Teresa Bellanova e Salvatore Capone, che ieri, al termine della manifestazione di protesta indetta, a Roma, dall’Organismo Unitario dell’Avvocatura – alla quale hanno aderito 120 Ordini provinciali, tra cui quello di Lecce – hanno sottolineato come sia necessaria una riflessione seria sulle urgenze ed i disagi degli operatori del settore. “L’allarme sulla rottamazione della giustizia lanciato dall’OUA impone al Parlamento e al Governo un’assunzione di responsabilità – hanno dichiarato -e indica l’urgenza di una priorità, che il nuovo Governo dovrà necessariamente assumere, e che peraltro il Pd ha già fatto propria. Consideriamo non più rinviabile l’impegno per semplificare i riti burocratici di una giustizia in troppi casi lenta, in altri ingiusta o inefficace o non equa. Così come è necessaria e urgente, e gli avvocati hanno ragione a sottolinearlo, la riduzione dei costi di accesso, per consentire ai cittadini di poter sostenere e tutelare i propri diritti. L’assenza dell’Avvocatura durante l’inaugurazione dell’Anno giudiziario – hanno concluso – ha testimoniato meglio di qualsiasi altra cosa come non si possa immaginare l’esercizio di una giustizia giusta senza gli avvocati, senza la loro voce e il riconoscimento del loro punto di vista”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!