Pd: Emiliano segretario regionale

Bari. Il sindaco di Bari acclamato al Congresso. Al suo fianco tre donne: Lemma, Messina ed Antonica

BARI – “Sono soddisfatto e preoccupato per quello che sono stato chiamato a fare. Io conosco uno per uno i nostri militanti e so che cosa mi chiedono: riportare il Pd al centro della regione”. Si è dimostrato soddisfatto e pronto a rimboccarsi le maniche Michele Emiliano, sindaco di Bari, nominato ieri segretario regionale del Partito democratico. L’assemblea riunita al Congresso che si è tenuto a Bari lo ha acclamato compatta. Al suo fianco Emiliano ha voluto tre donne a ricoprire i ruoli di presidente e vicesegretaria: si tratta di Annarita Lemma, dell’area Civati; e di Assuntela Messina (molto vicina ad Emiliano) e Sandra Antonica, dell’area Cuperlo. Una decisione che non è piaciuta a tutti ed in particolare ai cuperliani baresi che avrebbero preferito come vice Emiliano Domenico De Santis, coordinatore della mozione Cuperlo al Congresso. Emiliano ha ringraziato della fiducia accordatagli ed ha fatto sapere che non rinuncerà mai al ruolo di segretario, neppure in caso di nomina a ministro o sottosegretario. In più momenti, poi, ha chiesto l’aiuto del presidente pugliese Nichi Vendola per far quadrare i lavori del Consiglio dei ministri: al leader di Sel ha chiesto di entrare a far parte del Governo in costruzione, senza irrigidirsi troppo sulle sue posizioni. “Così come noi abbiamo accettato in Giunta un ex forzista come Di Gioia”, ha sottolineato.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!