Nuovi ospedali. Negro: ‘Dimenticato il Salento centro sud’

Bari. Il capogruppo Udc chiede all’assessora Gentile di illustrare i criteri in base ai quali è stata assegnata la priorità ad alcune aree a discapito di altre

BARI – Nella programmazione dell’apertura di nuovi ospedali in Puglia, l’area del Salento sud orientale sarebbe stata praticamente dimenticata. E’ il punto di vista del presidente del gruppo Udc in Regione Salvatore Negro, salentino, il quale nelle scorse ore, ha posto l’attenzione su quella che a lui sembra una grave disattenzione da parte di Via Capruzzi a danno del territorio che un tempo poteva fare riferimento alle strutture ospedaliere di Maglie, Poggiardo, Scorrano. “Nonostante i nostri continui solleciti – ha dichiarato Negro – non abbiamo notizia di alcune nuove strutture ospedaliere che dovevano sorgere in Puglia, come quella dell’area salentina sud orientale. Va bene l’interessamento del collega Amati che ha chiesto una riunione congiunta delle Commissioni III e V per verificare lo stato del procedimento di realizzazione dei nuovi ospedali di Taranto e Fasano-Monopoli, nonché quello del Centro grandi ustionati di Brindisi, ma occorre tenere presente che anche altre aree della Puglia sono state private di strutture ospedaliere importanti”. “Appare strano e inspiegabile – ha continuato il capogruppo Udc – come sia stata dimenticata l’area sud orientale del Salento (Maglie, Poggiardo, Scorrano) che ha visto già la chiusura di strutture ospedaliere che rappresentavano un punto di riferimento certo per la popolazione locale. Già in passato avevamo espresso forti perplessità sulla possibilità che i nuovi ospedali potessero essere realizzati e avevamo invitato più volte l’allora assessore alla Sanità Attolini a venire a relazionare nell’apposita commissione, senza mai ricevere risposta. Oggi, ci associamo alla richiesta del collega Amati e chiediamo che l’audizione nelle Commissioni riguardi anche le nuove strutture che dovranno sorgere nel comprensorio di Maglie, Poggiardo e Scorrano. Allo stesso tempo rinnoviamo l’invito all’assessore Gentile affinché venga a spiegare i criteri in base ai quali si è data la priorità ad alcune aree della Puglia, escludendo le altre, e a illustrare se e quando i nuovi ospedali saranno realizzati”. Articolo correlato: Scorrano, si chiude un ospedale e se ne apre un altro

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati