Evasione fiscale. Pescheria nella rete della Finanza

Tricase. I controlli della Guardia di finanza hanno riguardato l’anno 2011; il titolare dell'esercizio non ha dichiarato ricavi per 550mila euro

TRICASE – Nel solo 2011 ha omesso di dichiarare ricavi per oltre 550mila euro ed evaso l’Iva per oltre 55mila euro. E’ il risultato della verifica fiscale condotta dai finanzieri della Tenenza di Tricase nei confronti di una pescheria al dettaglio e all’ingrosso. Pur avendo tenuto le scritture contabili obbligatorie, il titolare dell’esercizio ha comunque omesso di presentare le previste dichiarazioni annuali ai fini delle imposte sui redditi, dell’Iva e dell’Irap, omettendo, di conseguenza, di determinare, e dunque di versare, le relative imposte a debito. L’attività ispettiva, inoltre, ha consentito di rilevare che l’azienda non ha versato neppure i circa 28mila euro di ritenute fiscali su redditi di lavoro dipendente e autonomo.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati