Iurlaro: ‘Educazione ambientale nelle scuole’

Roma. La proposta di disegno legge del senatore di Forza Italia per “insegnare” il rispetto del territorio

ROMA – “Se si dovesse dire cos'è l’educazione ambientale si incontrerebbero sicuramente diverse difficoltà: si potrebbe pensare a diversi versi aspetti educativi, ma si farebbe senz'altro fatica a distinguere esattamente quelli che ne fanno parte da quelli che ne sono esclusi”. Comincia così la proposta di disegno legge avanzata dal senatore di Forza Italia Pietro Iurlaro e condivisa e controfirmata da altri colleghi. L’iniziativa del forzista punta ad introdurre l’insegnamento dell’educazione ambientale nei programmi scolastici delle scuole di ogni ordine e grado sulla base della convinzione che il ruolo assunto dalle tematiche ambientali e la loro discussione si scontri, oggi, con l’impreparazione dei cittadini. “Questo disegno di legge – sottolinea Iurlaro – è volto a promuovere l’educazione ambientale attraverso l’introduzione di un’apposita disciplina, all'interno dei corsi già esistenti, nelle scuole di ogni ordine e grado”. “L’ambiente – dice il senatore – è educazione, cultura, civiltà, responsabilità. L’ambiente è salute. L’ambiente – conclude – merita quindi di entrare a pieno merito tra le materie di studio. Perché l’obiettivo della Scuola è e resta quello di formare cittadini di serie A, sotto ogni punto di vista”. Ecco la proposta di disegno legge Iurlaro

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment