La stampa è in crisi. Ma si rinnova

Oggi basta un click ed il gioco è fatto. La tipografia cambia, per non morire. E il risultato può essere vincente

E’ mondo magico ma, purtroppo, ormai un po’ lontano nel tempo. Quello dell’editoria, del profumo di inchiostro e del suono – perché è un suono – delle macchine stampatrici al lavoro. Oggi l’editoria vive un periodo di crisi, come capita ad ogni settore produttivo “tradizionale”. Avviene in tutta Italia e anche in Puglia, dove molte tipografie si sono arrese ed hanno chiuso i battenti nel corso del 2013. Occorre reinventarsi. Soprattutto per i piccoli e medi produttori. Per non cedere alla scelta, spesso obbligata, della chiusura. Siamo lontani anni luce alla stampa della bottega gutenberghiana. Oggi anche la stampa viaggia su internet. Proliferano le tipografie che, contattate attraverso il proprio sito internet, svolgono il lavoro commissionato ed inviano direttamente al cliente il prodotto finito. Forse manca la magia di una volta. Ma ce n’è una nuova. Quella della velocità e del rapporto qualità/prezzo. Perché chiunque, dal proprio ufficio o dal proprio salotto, attraverso in pc ed un collegamento internet, può consultare le occasioni, le proposte, ordinare. Ed il gioco è fatto. Così avviene per la stampa fotografica, per i depliant, i biglietti da visita, per i cartelloni pubblicitari. E perfino per prodotti impensabili fino a poco tempo fa. Un esempio è la carta da parati su www.onlineprinters.it, un sistema davvero ingegnoso per personalizzare e decorare ogni ambiente. In tal modo ogni casa (o ufficio) è praticamente unico ed originale; e in un batter d'occhio. La “tipografia on line” pixartprinting.it, offre invece stampa su tutti i tipi di superfici, perfino sui complementi d'arredo e garantisce tempi di consegna velocissimi. Allegando più di 300 recensioni di clienti a corredo della propria offerta. Il segreto sono spesso processi di stampa, rielaborazione e spedizione perfettamente sincronizzati, che consentono di sfruttare al meglio il parco macchine a disposizione, con un ciclo di lavoro a più turni. Ciò consente di offrire prezzi bassi e tempi strettissimi. E' il bello del passare dei tempi. E’ la stampa che rinasce e si rinnova.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati