Stagione di prosa, di scena il thriller

Lecce. Per il secondo appuntamento con la Stagione è la volta di uno spettacolo di Luciano Melchionna. Protagonisti Claudia Pandolfi e Francesco Montanari

LECCE – Un cinema abbandonato, fatiscente, isolato dal mondo all'apparenza. Nella penombra una giovane donna, seduta al centro della platea, tra poltrone divelte e polverose. Davanti a lei, gigantesco, campeggia il primissimo piano del volto di un uomo, proiettato sul vecchio schermo strappato e sporco di muffa. La donna, legata e imbavagliata. L'uomo confessa di essere un serial killer, ha sequestrato la ragazza e la costringe ad un inquietante gioco di società, un gioco di parole e sillabe da 'incatenare' tra loro. E’ “Parole incatenate”, ovvero il secondo appuntamento con la Stagione di Prosa del Comune di Lecce in collaborazione con il Teatro Pubblico Pugliese. Lo spettacolo è di Luciano Melchionna con protagonisti Claudia Pandolfi e Francesco Montanari. “Parole incatenate” è un thriller di Jordi Galceran; versione italiana di Pino Tierno; scene di Alessandro Chiti; costumi di Michela Marino; musiche originali di Stefano Fresi; assistente alla regia Gaia Benassi. L’appuntamento è alle ore 21 al teatro Paisiello. Intanto, alle ore 18.30, è stato organizzato un incontro con Claudia Pandolfi e Francesco Montanari. L’appuntamento con gli attori e il regista dello spettacolo è presso la libreria La Feltrinelli di Lecce.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati