No Tap, l’assetto societario di Tap non è affidabile

Melendugno. Il comitato No Tap sconfessa l’affidabilità societaria di Tap. Nelle visure ufficiali è direttamente presente solo una delle società coinvolte

Melendugno. Si torna a parlare di Tap e delle partecipate che ne fanno pare. A puntare il dito il comitato No Tap. “In questi giorni abbiamo sentito ciarlare della presunta affidabilità societaria di TAP Statoil (20%), l'inglese BP (20%) l'azera SOCAR (20%), la belga Fluxys (16%), la francese Total (10%), la svizzera Axpo Holding (5%) e la tedesca Eon-Ruhrgas (9%). Vi facciamo notare che nelle visure societarie svizzere disponibili che riguardano TAP nessuna di queste società è direttamente presente mentre Socar ha aperto una società apposita in Svizzera che ha come ragione sociale la gestione del gas azzero. I capitali sociali in gioco sono irrisori e quando non lo sono non è chiaro se sono versati. Questi sono gli unici dati ufficiali disponibili per avvallare la presunta affidabilità economica di TAP. Vi facciamo notare che parte del progetto presente nella fattibilità è fallito,infatti la TAP LNG è in liquidazione. È abbastanza forviante considerare economicamente affidabile un progetto legato a piccole società con sede in un paradiso fiscale e comunque fuori dal controllo degli organi europei che lo dovrebbero finanziare. La documentazione è disponibile tramite i siti istituzionali svizzeri”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!