Sovema, in vendita il primo singolo

//L’INTERVISTA. Alle spalle hanno una carriera di tutto rispetto. I salentini Sovema da qualche giorno hanno lanciato il loro primo singolo nei digital store.

//L’INTERVISTA. Il loro primo singolo in vendita nei principali digitale store si chiama ‘Come gocce di caffeè’. Sono i Sovema, salentini di Tricase al loro primo appuntamento con le vendite anche se alle spalle hanno già un’intensa carriera. Sovema è il progetto musicale di Marco e Andrea Catino, rispettivamente frontman e pianista, accompagnati dai loro musicisti Franco De Donno (batteria), Renzo di Mola (chitarre) e Giorgio De Nigris (basso). La band Sovema nasce nel 2013 dopo l’esperienza Casa Sanremo col nome di “La Compagnia di Battisti”, progetto con il quale Marco e Andrea Catino sono cresciuti maturando una considerevole esperienza live calcando prestigiosi palcoscenici con artisti nazionali. I due fratelli Catino hanno ricevuto, per il loro grande talento, importanti riconoscimenti tra i quali: Miglior Tribute Band Battisti 2012 per il Sud Italia, 1° premio a Sanremo DOC 2013, Targa della Provincia di Lecce, Targa d’Onore dall’Accademia di Alta Cultura “Europa 2000” e per ultimo il prestigioso Premio Internazionale “Domenico Aliquò”. Perché 'come gocce di caffè'? Il brano nasce ironicamente paragonando un aspetto della femminilità della donna ad una sensazione piacevole e stimolante come quella del caffè. La femminilità può essere vista così? Amara ma intensa? Assolutamente no, è uno degli aspetti messi in rilievo per evidenziare attimi insostituibili come quelli di prendere un caffè, ma sfuggenti, distratti e confusi alla vita che corre per inerzia. Avete cominciato la carriera come tribute band di Battisti, cosa vi avvicina al cantautore? Battisti per noi rappresenta uno dei punti di riferimento e di partenza, espressione semplice, efficace e diretta di comunicare emozioni in musica. Pochi come lui, hanno lasciato un segno indelebile nel panorama musicale italiano, e noi abbiamo cercato di vivere e riproporre, la sua espressione musicale. Da Tricase a San Remo, cosa vi è piaciuto così tanto della musica da rendervi così determinati, in un mondo non certo facile, da non demordere? Sicuramente consapevoli che è un mondo alquanto difficile, la motivazione che ci ha spinto ad intraprendere questa ardua strada, è legata alla natura universale della stessa, capace non solo di accompagnare la nostra quotidianità legata ad una forte passione, ma soprattutto intesa come terapia dell’anima con le sue innumerevoli sfumature. Oltre alla musica siete riusciti a portare avanti anche una vita 'normale', studi universitari e musica, il segreto? Provenienti da origini umili, dove la cultura del sacrificio è radicata, insieme a quella della speranza in un futuro migliore, abbiamo cercato di crearci al contempo un’alternativa, naturalmente, armati di pazienza, passione e determinazione cercando di raggiungere i nostri sogni.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment