Regione, al via l’iter per la legge contro la violenza

Bari. La regione avvia l’iter per adottare una legge contro la violenza di genere. A questo proposito ha previsto 6 incontri informativi

Bari. La Regione Puglia intende adottare una legge regionale contro la violenza di genere, frutto di un'ampia concertazione territoriale che coinvolga istituzioni, enti locali, associazioni, centri antiviolenza, organismi di parità, operatori. Il processo concertativo, che toccherà tutti i capoluoghi di provincia, prevede 6 incontri: i primi tre realizzati nel mese di dicembre a Lecce, Brindisi e Taranto hanno visto l'ampia partecipazione dei soggetti interessati. I prossimi tre incontri sono previsti per gennaio a Bari, Trani e Foggia, secondo il seguente calendario: 17 gennaio Ore 10.30 per il territorio di Bari – Sede Regione Puglia, via Gentile 52, sala Conferenze A, piano terra. 20 gennaio Ore 10.00 per il territorio di Barletta-Andria-Trani – Auditorium Provincia BAT, via De Gemmis 42-44, Trani 20 gennaio Ore 16.00 per il territorio di Foggia presso Sala Consiliare del palazzo di Città – Corso Garibaldi n.58 – Foggia Gli incontri saranno l'occasione per analizzare la primissima bozza di disegno di legge elaborata dall'Assessorato al Welfare con la collaborazione della Consigliera regionale di Parità, in questi giorni all' attenzione dei Centri Antiviolenza operativi sul territorio regionale, e per raccogliere contributi, proposte e osservazioni. Saranno presenti l'Assessora al Welfare Elena Gentile e la Consigliera regionale di Parità, Serenella Molendini.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment