Minenna, ‘l’ufficio marittimo è senza un gommone’

Ugento. In una richiesta urgente il consigliere comunale Angelo Minenna richiede un gommone ad uso del locale ufficio marittimo.

Ugento. Il consigliere comunale di Ugento Angelo Minenna chiede l’assegnazione di un gommone per il locale ufficio marittimo. Lo fa scrivendo al prefetto. “Insiste, da diversi anni – fa sapere – un Ufficio Locale Marittimo nella frazione ugentina di Torre San Giovanni, a servizio non solo e non soltanto del litorale ugentino, ma anche di quello dei comuni costieri di Racale, Alliste e Salve. Dal 2013, il suddetto Ufficio è sprovvisto di gommone di soccorso/pattugliamento/sorveglianza marittima. Tale increscioso stato di cose, non consente un adeguato pattugliamento dei 16 km di costa ugentina, oltre a quella delle marine di Alliste, Racale e della parte di Lido Marini di pertinenza del comune di Salve. Inoltre, l’intero litorale ugentino è interessato, dal 2001 dalla presenza di un SIC marino, con la presenza habitat naturali sottomarini pregiati, e l’intera costa, da Torre San Giovanni alle marine di Torre Mozza e dei Marini di Ugento, sono interessate e/o contigue al Parco Naturale Regionale “Litorale di Ugento”, istituito nel maggio del 2007. La mancanza di un gommone in dotazione alla Guardia Costiera di Torre San Giovanni non consente un adeguato monitoraggio e controllo di situazioni che possono mettere a repentaglio la sicurezza di bagnanti, pescatori e diportisti”. L’incolumità pubblica potrebbe essere gravemente compromessa, specie con l’avvento della prossima stagione balneare, dalla non presenza di un gommone di soccorso in dotazione al più volte menzionato Ufficio Locale Marittimo della frazione di Torre San Giovanni. Incidenti come quello avvenuto ai Marini di Ugento nella scorsa stagione estiva possono ripetersi in ogni angolo ed in ogni parte del litorale in consegna per motivi di sicurezza marittima al summenzionato Ufficio (ricordo: da Torre Suda sino ai Marini sono circa 15 miglia marittime!). A questo – conclude – vanno ad aggiungersi altri due fattori: Ugento, di recente, è stata ammessa a finanziamento comunitario e regionale per la costituzione di un “Oasi Blu”, nell’area delle famose Secche di Ugento e, quindi, giocoforza, deve possedere un adeguato mezzo, con relativo personale, per il pattugliamento marittimo e costiero; altresì, i mezzi navali di soccorso più vicini sono, come sopra ricordato, assegnati alle Capitanerie di Porto di Leuca e di Gallipoli. A quanto risulta al sottoscritto Consigliere Comunale, Leuca, con i mezzi in dotazione, riesce a malapena a gestire il tratto di costa assegnatole; per Gallipoli, invece, succede il paradosso di avere mezzi navali con pescaggio maggiore, inadatti ad un fondale basso e/o sabbioso, come quello prospiciente il litorale ugentino e quello delle marine limitrofe”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!