Fucsovics vince il Challenger Atp Andria

Andria. Partita perfetta dell’ungherese contro Brown sconfitto in due set (6-3 6-4)

Andria. Solidità al servizio, lucidità su ogni quindici e una tattica messa a punto in ogni dettaglio. È la finale perfetta di Marton Fucsovic (HUN) che batte Dustin Brown (GER) e si aggiudica il trofeo Challenger Atp Andria e Castel del Monte coronando un torneo senza sbavature. Il primo set è rapido e i tennisti scambiano poco. Si gioca tutto sui rispettivi servizi che entrambi tengono ma Fucsovics sembra avere una marcia in più mentre il serve and volley di Brown è meno incisivo del solito. Il break così arriva all’ottavo gioco e l’ungherese chiude agevolmente il set. La seconda partita si apre Brown che perde nuovamente il servizio al secondo gioco e il suo tennis è meno brillante e più falloso di quanto apprezzato nel corso di tutti i match del torneo. Dal canto suo, i colpi di Fucsovics fanno male: precisi i passanti, potenti i colpi da fondo. Alla fine Dustin Brown non può che arrendersi al terzo match point. Il pubblico andriese ha raccolto l’invito a partecipare ad un evento sportivo così importante e il Palazzetto dello Sport è gremito di circa 2500 persone che hanno apprezzato il tennis messo in mostra dai due protagonisti. “Faccio i complimenti a Dustin per il tennis che ha giocato in questo torneo” ha detto Fucsovics alzando il trofeo. I due si erano incontrati al primo turno del torneo di Eckental in Germania lo scorso ottobre e aveva vinto Brown in rimonta al terzo set. “Ringrazio l’organizzazione del torneo – ha poi aggiunto – e il pubblico per il calore dimostrato. Tornerò di sicuro a difendere il titolo”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!