La città del Libro diventa green

Campi Salentina. La nuova edizione della ‘Città del libro’ si occuperà, oltre che dei libri, anche ambiente e eco sostenibilità

Campi Salentina. Rispetto per l’ambiente e eco sostenibilità. Questi gli argomenti della 19esima edizione della “Città del Libro” che si terrà al centro fieristico nella zona artigianale di Campi Salentina dal 12 al 15 dicembre. Tutela ambientale, ecologia, contenimento e riciclo dei rifiuti, dunque, saranno temi fondamentali al centro del programma dell’ecofesta che si andrà a realizzare con numerose iniziative all’insegna della filosofia “green”. In programma ci saranno non solo attività di sensibilizzazione nei confronti di giovani e meno giovani ma anche dimostrazioni pratiche ed un impegno diretto da parte della fondazione Città del Libro, nell’attuare tutte le prerogative necessarie ad una difesa dell’ecologia e dell’ambiente. Si parlerà di come ridurre la produzione di rifiuti. “Il futuro dipenderà dalle scelte che si faranno oggi, su alcune delle quali l’umanità appare già in ritardo. Nessuno può sottrarsi ad argomenti così importanti, se tiene alla propria qualità della vita e alle generazioni future. Preparare il futuro vuol dire sin da ora cominciare a creare le condizioni per vivere oggi senza scaricare il peso sull’ambiente”. Questo l’intento dei ragazzi di ecofesta Puglia, Loreta Ragone, Roberto Paladini e Ilaria Calò. Stessa attitudine condivisa da Città del Libro e dal suo Presidente, Fabio Sirsi che spiega: “Città del Libro è un appuntamento culturale che fonda le sue radici nella ferma volontà di tutelare il libro e tutto ciò che lo stesso rappresenta. Siamo un fortino a difesa della lettura, della scrittura e della storia che sprigiona dalle pagine dei libri, in un’epoca ormai slegata e distratta. Proprio sulla scorta di questa nostra vocazione, quest’anno abbiamo voluto ampliare e potenziare il nostro impegno”. La Città del Libro si muove in direzione di un domani sostenibile, dunque, anche grazie a sensibilizzazione e dinamismo. EcoFesta_Puglia“Città del Libro – aggiunge Fabio Sirsi – è espressione del territorio che si internazionalizza con contenuti e proposte all’avanguardia, che aprono all’Europa ed al Mediterraneo. Sentivamo quindi forte la necessità di dedicare energie e strutture all’ambiente ed all’ecologia, argomenti sempre caldi, soprattutto nel nostro territorio. Ci troviamo nel cuore di un’area dal forte appeal naturalistico, ai piedi delle Serre di Sant’Elia ed al centro del Parco del Negroamaro. Terra maltrattata dai fumi di Cerano e Taranto, dalle discariche e da una generale scarsa cultura del rispetto dell’ambiente e della trasformazione dei rifiuti. Ecofesta Puglia ci offre l’importante opportunità di diffondere idee e modi sani e attenti soprattutto al futuro nostro e delle generazioni che verranno. Facciamo nostra e condividiamo con il grande pubblico di Città del Libro, una filosofia green basata sul rispetto dell’ambiente, del territorio, della natura e della vita. Cultura vuol dire su tutto rispetto, per gli altri e per l’ambiente. Cittàdel Libro 2013 sarà come non mai amica dell’ambiente”. Nei padiglioni del Centro Fieristico nella zona artigianale di Campi Salentina, durante i quattro giorni di rassegna, saranno presenti dei banchetti di ecofesta Puglia, per offrire proposte di servizi di mobilità sostenibili, tanti utili “green gadget” e proposte turistiche consapevoli con l’iniziativa “Viaggiare con ecofesta Puglia”.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!