Arrestato stalker, picchiò il pittore Ugo Tapparini

Cavallino. Raffaele Porrino non si era rassegnato alla fine di una breve storia con la giovane assistente del pittore Tapparini, arrestato ieri

Cavallino. Non voleva credere che la sua storia d’amore fosse terminata. Così Raffaele Porrino, di Lecce, senza fissa dimora, stava cercando di colpire la donna, ma a farne le spese è stato il pittore leccese Ugo Tapparini. L’uomo accecato dalla gelosia ha spinto l’anziano artista provocandogli la rottura della gamba. La giovane donna abitava con l’artista presso l’abitazione di Castromediano (rione di Cavallino). L’aggressione risale alla tarda serata del 28 ottobre, Porrino con precedenti penali, si è recato proprio nell’abitazione del pittore con la segreta speranza di poter riallacciare la relazione, la donna però ha rifiutato perentoriamente l’uomo, balordo che l’aveva anche minacciata con un coltello, sentite le sue urla Ugo Tapparini si è lanciato alla sua difesa ma ha avuto la peggio. La storia non è finita qui, perchè il 4 novembre scorso Porrino ha visto la coppia passeggiare, scatenando l’ennesima crisi di gelosia. Questa volta la donna ha chiamato subito il 112 permettendo ai militari di rintracciarlo nel Rione Castromediano. Durante gli accertamenti è stato trovato in possesso di un coltello multifunzione e denunciato a piede libero. Della vicenda se ne occupa il pm Massimiliano Cardcucci che, ha ottenuto dal gip Antonia Martalò un’ordinanza di custodia cautelare. Le accuse sono: atti persecutori, violenza privata, minaccia aggravata con l’uso delle armi, lesioni e furto.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati