Gabellone, schiaffo morale ai nostri valori

Lecce. Piena solidarietà del presidente della provincia Gabellone ai giovani che ieri hanno difeso Santa Croce dai vandali.

Lecce. La cronaca delle scorse ore ci riporta che alcuni vandali, mentre urinavano sulla facciata di Santa Croce, siano stati rimproverati – giustamente – da due passati. Fin qui a di strano, finché i vandali non hanno inseguito i due ragazzi pestandoli. Sull’argomento è intervenuto il presidente della provincia Antonio Gabellone, “l’amministrazione provinciale esprime la sua solidarietà e tutta la sua vicinanza nei confronti dei 2 giovani leccesi picchiati da 3 balordi autori dei loro bisogni più incivili davanti al monumento simbolo della nostra città e della provincia, la Basilica di Santa Croce. Il gesto, che in sé denota già un bassissimo o o livello culturale e di buona convivenza civile (e che del resto è perseguito dalla legge), rappresenta un vero oltraggio e uno schiaffo al significato, al valore, a ciò che rappresenta per tutti noi la Basilica di Santa Croce. Uno sfregio culturale e non soltanto materiale. Per questa ragione la Provincia di Lecce esprime tutta la sua solidarietà umana e culturale a Gabriele e Diego, che si sono scagliati, giustamente e con gli stessi nostri sentimenti odierni, contro chi si è reso colpevole di questa bestialità. L’augurio dell’Amministrazione Provinciale è che possano tornare presto a vigilare, assieme a tanta altra gente comune e appassionata innamorata della nostra città capoluogo, sulle bellezze storiche e architettoniche della nostra Lecce”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!