La Puglia è il set ideale

Bari. Amata dai turisti ma che dalle produzioni cinematografiche. Tante i film girati in Puglia nell’ultimo scorcio d’anno

Bari. Oltre che meta per turisti la Puglia ora è anche meta di registi. Infatti durante l’estate sono stati tantissimi i film girati ed ormai in post produzione per tutto il tacco d’Italia. Infatti breve uscira' Third Person il nuovo film del premio oscar Paul Haggis girato tra Roma, gli studi di Cinecitta' e la Puglia. Ma le produzioni nell’ultimo anno sono lievitate. Tra gli altri titoli anche “Pane e Burlesque” di Manuela Tempesta con Laura Chiatti, Edoardo Leo,Sabrina Impacciatore, Marco Bonini, “Ti porto via con me” (Quasi quasi amici) di Enrico Lando con Pio e Amedeo ed Alessandra Mastronardi prodotto dalla Taodue; “Una donna per amico” di Giovanni Veronesi con Fabio De Luigi, Laetitia Casta, Valeria Solarino, Valentina Lodovini, Adriano Giannini, Flavio Montrucchio, Monica Scattini, Antonia Liskova, Miriam Dalmazio; “Allacciate le cinture” di Ferzan Ozpetek con Filippo Scicchitano, Francesco Arca, Kasia Smutniak, Carolina Crescentini, Paola Minaccioni, Elena Sofia Ricci, Francesco Scianna, Carla Signoris, Luisa Ranieri, Giulia Michelini, “La terra dei santi” di Fernando Muraca con Valeria Solarino, Lorenza Indovina, Ninni Bruschetta ed anche la fiction “Braccialetti rossi” di Giacomo Campiotti realizzata dalla Palomar per Raifiction. cm/mau. Un grande set a cielo aperto che porta con se un ricambio economico e culturale, visto anche l’assalto di molti vip la scorsa estate.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!