Con l'idrovolante l'Albania è più vicina

Brindisi. Dopo quello di Valona, nei prossimi giorni ci saranno altri voli diretti a Bar (Montenegro) e a Corfù (Grecia)

Il 7 luglio scorso si è tenuto il primo volo transfrontaliero verso l'Albania in idrovolante (un Cessna C 208 Caraban Anfibio). L’imbarco dei passeggeri è avvenuto presso il pontile allocato in località Bocche di Puglia. Il velivolo ha effettuato un flottaggio di circa 10 minuti prima di prendere il volo alla volta di Valona. A bordo, oltre ai piloti e al cameraman di progetto, il Senatore Alfonso Ciampolillo, membro della 8° Commissione al Senato (Lavori Pubblici e Comunicazioni), l’imprenditore nel settore dei trasporti aerei Orazio Frigino, il comandante Mauro Calvano, rappresentante legale della Magister Ludi, società appaltatrice del bando di gara per i voli test del progetto, e il dottor Gianmauro Dell’Olio, assistente al coordinamento del progetto Adri-Seaplanes e responsabile dei rapporti con la Partnership per conto del Lead Partner di progetto, Provincia di Teramo. L’idrovolante, partito alle 10.15 da Brindisi, dopo aver espletato le procedure doganali di rito, è ammarato alle 11.05 in Albania: i partecipanti alla missione sono stati accolti dal Console Generale d’Italia in Albania, dott. Stefano Bergesio, dal Presidente del Porto di Valona, sig.ra Fato Nuredini e dal Comandante della Capitaneria di Porto. Nel corso della conferenza stampa, il Senatore Ciampolillo ha dichiarato: “Ho accettato volentieri l’invito che mi è stato rivolto di partecipare alla presentazione di questo progetto. È un’iniziativa importante che può offrire significative opportunità di sviluppo per la nostra economia locale. Ha anche un forte valore simbolico, nella prospettiva di un rafforzamento dei legami con l'Albania e con l’area balcanica in generale, fino ad oggi troppo spesso affidati alle pur apprezzabili iniziative di singoli imprenditori. Credo che ora sia arrivato il momento di avere una visione di sistema in grado di coinvolgere in maniera attiva le istituzioni politiche.” Verso le 13.00, circa, la delegazione è ripartita alla volta di Saranda, raggiunta con un volo di appena 20 minuti, dove l’equipaggio è stato ricevuto dal Console Onorario d’Italia Teodor Bilushi e da alcuni imprenditori locali. L’idrovolante è ripartito alle ore 16.00 dal Paese delle Aquile per ammarare a Brindisi poco prima delle 17.00. In loco sono state espletate le operazioni doganali al rientro, direttamente al molo di attracco dell’idrovolante. Nei prossimi giorni ci saranno altri voli diretti a Bar (Montenegro) e a Corfù (Grecia).

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati