La ‘flessibilità salentina’ di Diego Della Valle

 

IL FATTO QUOTIDIANO in edicola oggi ospita un’inchiesta di Marilù Mastrogiovanni sul distretto calzaturiero di Casarano. Il ruolo dell’imprenditore Fernando D’Aquino

“Quando Diego Della Valle nel 2001 arrivò con il suo elicottero privato a Casarano gli imprenditori dell’allora più grande distretto produttivo calzaturiero d’Italia lo accolsero come un deus ex machina“. L’attacco dell’inchiesta firmata da Marilù Mastrogiovanni per “il Fatto Quotidiano” di oggi descrive la grande speranza con cui il Gruppo Tod’s fu accolto nel Salento e la grande delusione che ne seguì qualche anno dopo. Documenti alla mano, la giornalista racconta della “flessibilità salentina”, di un sistema di sub-forniture attraverso il quale i Della Valle controllavano ogni fase del processo produttivo delle aziende terziste, affidandosi ad una sorta di “caporalato industriale”.
Tutto ruota attorno alla figura del capo-filiera, Fernando D’Aquino, casaranese, titolare della Euroshoes, uomo di fiducia di Della Valle. CLICCA QUI PER UN’ANTICIPAZIONE DELL’INCHIESTA IN EDICOLA OGGI CON IL FATTO QUOTIDIANO

Qui l’inchiesta in versione integrale, i suoi sviluppi, la risposta di Tod’s, le parole di Carla Ventura, l’imprenditrice che ha chiesto dieci milioni di euro di risarcimento danni al suo capo filiera Euroshoes srl e a Tod’s spa: Tod’s in Salento, l’azienda non risponde (29 giugno 2013) I cinesi d’Italia (29 giugno 2013) Della Valle vuole controllare meglio il Gruppo (4 luglio 2013) Keope: ‘Ecco il ‘sistema’ Tod’s in Salento. Nero su bianco. Tra lacrime e sangue’ (12 novembre 2013)

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!