Aeronautica. La Puglia a Parigi

Parigi. La Regione sarà presente al Salone al fianco di dieci imprese pugliesi e con due spazi istituzionali

PARIGI – Stimolare i processi di innovazione e competitività nel settore aerospaziale pugliese con un’attenzione particolare alla formazione: questo l’obiettivo della partecipazione della Regione Puglia alla 50esima edizione del salone internazionale dell'aeronautica e dello spazio di Parigi-Le Bourget, Paris Air Show. L’evento, a cadenza biennale, si terrà da oggi al 23 giugno presso l’aeroporto di Paris-Le Bourget, a nord-est di Parigi, ed è organizzato da Gifas, Federazione delle imprese francesi aeronautiche e spaziali. Paris Air Show è l’evento leader a livello mondiale per l'industria aeronautica seguito solo dal Salone aeronautico di Farnborough, in Inghilterra, e dal Salone aeronautico di Berlino, in Germania. È dedicato a tutti gli operatori attivi nei comparti della costruzione e dell’assemblaggio di aeromobili, dello spazio, dei satelliti, delle telecomunicazioni via satellite, dei propulsori e delle attrezzature per motori, degli armamenti aerei e terrestri, degli strumenti di supporto per la navigazione e il pilotaggio, degli allestimenti cabine, dei sistemi e delle attrezzature per aeroporti, della subfornitura meccanica, della metallurgia, dei materiali compositi e dei trattamenti di superficie, della manutenzione, della postvendita e dei ricambi, dei trasporti, dei servizi. La Regione Puglia accompagnerà una delegazione di dieci imprese pugliesi e sarà presente alla manifestazione fieristica con due spazi istituzionali. Il primo ospiterà, da domani al 20 giugno, alcune sessioni di incontri business-to-business organizzati, per la delegazione pugliese, in collaborazione con la Bci Aerospace, società leader nella realizzazione di convention aziendali e incontri d’affari per i settori dell’aerospazio, dello spazio e della difesa. Il secondo, invece, sarà dedicato alla presentazione dei progetti pugliesi e ospiterà incontri istituzionali e con la stampa, e alcune iniziative di networking con le delegazioni internazionali presenti all’evento. All’evento parteciperà l’assessora allo Sviluppo economico Loredana Capone che sarà protagonista di importanti incontri con le delegazioni internazionali, con i rappresentanti dei distretti italiani che fanno parte del Cluster tecnologico nazionale Aerospazio, con il presidente Giovanni Bertolone e con i referenti dei principali gruppi industriali che operano nel settore dell’aerospazio: Alenia Aermacchi, Avio, Finmeccanica e il gruppo indiano Ois, con i giornalisti specializzati e con i corrispondenti esteri di testate italiane. “Aerospazio è sinonimo di eccellenza in Puglia” ha dichiarato l’assessora Capone. Tra i primi cinque distretti nazionali, il settore aerospaziale pugliese ha infatti registrato nel 2012, sul fronte delle esportazioni, un aumento del 36,9% (in termini assoluti 395.857.000 euro), e oltre 1 miliardo di euro di fatturato. Verso la sola Francia il valore delle esportazioni in questo settore è di oltre 21 milioni di euro. “Gli insediamenti produttivi pugliesi – ha continuato Capone – sono veri e propri centri di eccellenza riconosciuti ormai in tutto il mondo con grandi imprese hanno scelto di investire in Puglia come Agusta Westland (Brindisi), Alenia Aermacchi S.p.A (Foggia e Monteiasi-Grottaglie – Ta), Avio S.p.A Brindisi, SSI (Brindisi), Dema S.p.A. (Design Manufacturing) (Brindisi), Telcom S.p.A. (Ostuni – Br). Alenia Aermacchi, ad esempio, per il programma Dreamliner ha investito circa 790 milioni di euro e nei prossimi due anni sono previsti investimenti per ulteriori 509 milioni di euro di cui 190 da attivare entro il 2014”. La Regione Puglia, dal canto suo, negli ultimi anni ha sostenuto fortemente il comparto movimentando investimenti per più di 162,1 milioni di euro. Dal 2010 al 2012, ha ricordato l’assessora, sono state realizzate 15 iniziative, tra missioni incoming e partecipazione a eventi fieristici, che hanno coinvolto oltre 140 imprese e hanno riguardato il Canada, il Regno Unito, la Germania, la Francia, gli Stati Uniti e il Brasile. “Investire nel settore dell'aerospazio – ha concluso – significa investire in un settore ad alto contenuto tecnologico, in cui, cioè, ricerca e innovazione rappresentano la fetta più importante dell’intero fatturato. L'importanza di questa filiera per una regione come la Puglia non deriva, infatti, solo dal contributo che può dare in termini di occupazione e valore aggiunto, seppure fondamentali in un momento di così grande crisi per tutti i comparti produttivi, ma anche e soprattutto dal fatto che essa integra e stimola lo sviluppo di nuove competenze, processi e tecnologie oggi indispensabili per l'economia nel suo complesso. Ecco perché la partecipazione regionale all’Air Show di Parigi è un’occasione imperdibile per la nostra regione”. Le imprese pugliesi partecipanti al Salone sono Comercalò di Brindisi (Br), Dema Spa di Brindisi (Br), Blackshape spa di Monopoli (Ba), Oma di Davide Arseni di Mesagne (Br), Giannuzzi srl di Cavallino (Le), LMA Lavorazioni meccaniche e aeronautiche srl di Palo del Colle (Ba), GSE Industria Aeronautica di Brindisi (Br), Sitael Spa di Modugno (Ba), EnginSoft Spa di Mesagne (Br), Planetek di Bari (Ba).

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!