Nasce il centro antiviolenza a Squinzano. Una nuova mano tesa

Squinzano. Tra i compiti del Cav, prevenzione e sensibilizzazione sui temi della non violenza e la pronta risposta ad ogni richiesta d’aiuto

SQUINZANO – E’ pensato come il luogo al quale rivolgersi in cerca d’aiuto. La mano tesa, sul territorio, quando di mani tese se ne scorgono poche. Nasce oggi a Squinzano, nell’Ambito Territoriale di Campi Salentina, il Centro antiviolenza Cav. Raggio d’azione, il territorio che comprende i comuni di Carmiano, Guagnano, Novoli, Salice Salentino, Squinzano, Trepuzzi e Veglie oltre a Campi, che è capofila. Nella struttura, finanziata dalla Regione Puglia, sarà presente una equipe specializzata costituita da psicologi/psicoterapeuti, educatori, assistenti sociali e consulenti legali. Tra i compiti del Cav, vi saranno le attività di prevenzione e sensibilizzazione sui temi della non violenza e la pronta risposta ad ogni richiesta d’aiuto da parte dei cittadini vittime di violenza. Il Cav opererà in stretto raccordo con i servizi territoriali e contribuirà alla costituzione di una rete antiviolenza, insieme ad enti ed associazioni presenti sul territorio. Ecco i servizi offerti gratuitamente dal centro antiviolenza: – consulenza psicologica – consulenza legale – percorsi di prevenzione – spazio neutro – accoglienza telefonica – accoglienza diretta presso lo sportello All’inaugurazione del centro, alle ore 10.30 di oggi, in via Crocefisso 14, a Squinzano, interverranno Antonia Cairo, amministratrice della Comunità San Francesco; Mino Miccoli, sindaco di Squinzano; Nicola Fasciano, comandante della Compagnia dei carabinieri di Campi Salentina; Angelo Sirsi, assessore alle Politiche Sociali e Politiche Comunitarie e alle Pari opportunità del Comune di Campi Salentina e presidente dell’Ambito; Luigi Lanzolla, direttore del Distretto Socio-sanitario di Campi Salentina; Marcella Rucco, dirigente dell’Ufficio Scolastico Provinciale di Lecce; Filomena D’Antini, assessora provinciale alle Politiche sociali ed alle Pari opportunità della Provincia di Lecce; Elena Gentile, assessore al Welfare della Regione Puglia; Serenella Molendini, consigliera di Parità della Regione Puglia. Articoli correlati: Gentile: 'La legge contro il femminicidio, in rete con le associazioni' Gentile: ‘Presto una legge regionale contro il femminicidio' Femminicidio. Le azioni della Puglia per contrastarlo

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!