Pallavolo Coppa Puglia, Martano è terza

Martano. Pur avendo un gioco più organizzato, i martanesi non hanno saputo affondare il colpo; il Noicattaro non ha mai mollato la presa ed è stato premiato

MARTANO – 15-13. Così sanciva il tabellone a fine gara. Le finali si sa, sono una gara nella gara, un torneo sempre nuovo, e così si è verificato sabato ultimo scorso a Putignano. La formazione di Mister Stomeo gestisce sino all’ultimo punto ogni azione della partita, e proprio negli ultimi punti il Martano con qualche errore di troppo concede la vittoria al Noicattaro per 3 a 2, che poi nella finalissima vincerà per 3 a 2 contro il Bitonto. Se si considera che gli organizzatori della Final Four, l’Alberobello, hanno subito tra le mura amiche un secco 3 a 0 dal Bitonto, formazione che nei play off ha già sfidato la Ferramenta Palano perdendo 3 a 2, allora il Martano aveva più di un buon motivo per arrivare alla finale e… giocarsela. Ma la palla è rotonda e i martanesi pur avendo un gioco più organizzato, non hanno saputo affondare il colpo e fare loro la gara; il Noicattaro di contro non ha mai mollato la presa, ed alla fine è stato premiato. Al Martano va di diritto il 3° posto, premio non da poco, se si considera che in tutta la regione Puglia, chi ha avuto accesso alla Final Four è solo l’elité nelle rispettive categorie. Nella provincia di Lecce hanno avuto accesso solo Tricase per la C maschile ed Ugento per la C femminile. Ora l’attenzione si sposta sui play off, ovvero la prosecuzione del lavoro sin qui fatto, la continuazione di questo cammino, che vede tutte le squadre dell’alta classifica cimentarsi sino all’ultimo punto per un traguardo ambito, che non concede più soste, che non concede altre chance.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment