Censimento delle discariche. I comunisti italiani: ‘Nel mistero’

Ugento. Il vicesegretario del partito, Luciano Bortone, chiede all’assessore all’Ambiente lo stato di avanzamento dell’attività

UGENTO – A che punto è il censimento delle discariche nel territorio di Ugento? Lo chiede il partito dei Comunisti italiani, per bocca del vicesegretario comunale Luciano Bortone, all’assessore all’Ambiente Antonio Ponzetta ed al Nucleo di vigilanza della polizia municipale. Da tempo è in corso da parte del Comune di Ugento, il censimento delle micro discariche nel territorio, ma, lamenta il gruppo dei comunisti italiani, non si conosce lo stato di avanzamento dell’impresa. Ciò che si sa attraverso l’Albo pretorio del Comune, dice Bortone, sono due impegni di spesa nei confronti della società che svolge il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti nel territorio, la Gial Plast S.r.l., per rispettivi 27.500 euro (7 novembre 2012; con relativa determina di liquidazione) e 29.267,10 euro (27 dicembre 2012). Bortone chiede quindi all’assessore ed al Nucleo di vigilanza una “ampia e dettagliata relazione sullo stato dei lavori per quanto riguarda il censimento delle discariche e sulla bonifica delle stesse; a quanto ammontano oggi le risorse spese per tale censimento e relative bonifiche, e a quante risorse si presuppone di spendere nell’immediato futuro”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!