Tutte le scuole a Magicò

Lecce. Tremila alunni fino a dieci anni hanno invaso il “villaggio dei bambini” a Lecce Fiere

LECCE – Dai banchi di scuola a “Magicò”, per imparare divertendosi. 45 scuole dell’infanzia e primarie, oltre 100 classi per un totale di 3mila alunni fino a dieci anni, hanno invaso nel corso della settimana il “Villaggio dei bambini” a Lecce Fiere, per partecipare al programma che “Magicò” ha deciso di proporre loro in esclusiva: un percorso ludico-didattico e culturale, con una serie di attività pensate per stimolare a 360 gradi la loro creatività. Ogni giorno, più di 500 bambini di tutta la provincia di Lecce e non solo (hanno aderito anche scuole di San Donaci, Mesagne e San Pietro Vernotico), hanno raggiunto piazza Palio a bordo del “Magicò bus”. Accompagnati dai rispettivi insegnanti e guidati dagli animatori professionisti, i piccoli ospiti hanno partecipato alle attività ludico-formative previste nei vari laboratori di Magicò, che spaziano dalla storia all’archeologia, dalla scienza alla natura e il rispetto per l’ambiente, dalla lettura alla cucina. Sono andati alla scoperta dei principali siti archeologici del Salento nell’area degli “Allegri esploratori”, dominata da un enorme Mammut, oppure hanno dato sfogo alla fantasia nel “Laboratorio pazzo”, creando coloratissimi quadri con materiali di recupero. E ancora, all’interno del “Bosco animato”, hanno imparato a riconoscere le piante autoctone salentine con gli esperti del Corpo forestale e del Wwf Salento. All’insegna del divertimento puro, le attività proposte nell’area Spettacoli, in collaborazione con il parco divertimenti Carrisiland, tra coinvolgenti momenti di magia e musical da sogno come “La Bella e la Bestia”, “Il Re Leone”, “Rapunzel”, “Enchanted world”. Grande successo hanno riscosso anche i due concorsi creativi promossi da Magicò e rivolti sempre alle scuole: “A cosa giocavate?” e “Il Magicò che vorrei”. Il primo concorso, “A cosa giocavate?”, ha proposto ai bambini di cinque, sei e sette anni di confrontarsi con i propri genitori su come, a cosa e dove giocavano una volta, per poi trasformare in coloratissimi disegni le informazioni raccolte. Il secondo concorso, “Il Magicò che vorrei”, ha proposto invece ai bambini delle scuole primarie (terze, quarte e quinte classi) l’ideazione, a tema libero, di una delle aree che saranno allestite nella terza edizione dell’evento, da rappresentare con un plastico. Tutti i lavori prodotti dai bambini, sono stati valutati da una giuria di qualità presieduta dalla vice presidente della Provincia Simona Manca e composta da Marcella Rucco, provveditore agli Studi di Lecce, Carmen Tessitore, vice sindaco di Lecce, Alessandra Lupo, giornalista, Corrado Garrisi, presidente associazione Magicò. Di seguito, tutti i vincitori. Concorso “A cosa giocavate?”: – Primo premio (800 euro) alla Scuola dell’Infanzia Paritaria “Spagnolo”, Magliano; – Secondo premio (500 euro) alla Scuola dell’Infanzia I Polo Veglie, via Fieramosca; – Terzo premio (300 euro) alla Scuola dell’Infanzia Paritaria “Associazione S. Rita” Ugento. Concorso “Il Magicò che vorrei”: – Primo premio (800 euro) all’Istituto comprensivo scuola primaria II Polo Gallipoli (Borgo e Santa Chiara); – Secondo premio (500 euro) all’Istituto Comprensivo di Surbo. La cerimonia di premiazione si svolgerà domenica 17 marzo, alle ore 17. Ma le sorprese di Magicò non finiscono qui. Dopo il boom di visitatori registrato nel fine settimana scorso, il “Villaggio dei bambini” sarà di nuovo aperto ai visitatori nelle giornate di sabato 16 (ore 16-20.30) e domenica 17 marzo (ore 10-13 e 16-20.30). Ingresso 9 euro, ridotto 6 euro. Sul sito ufficiale dell’evento, www.ilvillaggiomagico.it, è possibile scaricare il buono sconto di 3 euro. L’evento è organizzato dall’associazione di promozione sociale Magicò, con i patrocini di Comune, Provincia e Camera di commercio di Lecce, in partnership con il Corpo Forestale dello Stato, l’associazione ambientalista Wwf Salento, la ditta Ecotecnica, Ballon Party, il parco dei divertimenti Carrisiland, Fantasylandia, Liberrima Kids e le associazioni Musicoleum, We Jammin, Iezalel e Archimede, ed il coinvolgimento di oltre 30 scuole dell'infanzia e primarie del Salento, insieme con Fism Lecce (Federazione italiana scuole materne).

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!