Liliana Ventricelli: ‘Scuola e cultura, le priorità’

Altamura. La neoeletta deputata del Pd si racconta ai nostri lettori: tra l’impegno politico e la passione per il vintage

ALTAMURA – 27 anni, laureanda in Giurisprudenza ed un grande impegno politico, con i Giovani Democratici. Dalla sua, già un grande successo: è stata la più votata alle Primarie del Pd in provincia di Bari. Le ultime Politiche hanno eletto Liliana Ventricelli alla Camera dei deputati. Un traguardo importante, considerata la giovane età. Le abbiamo chiesto come ha appreso la notizia e quale sarà il suo impegno, da donna e da giovanissima, dagli scranni di Montecitorio. Onorevole Ventricelli, ci parla un po’ di lei? “Ho 27 anni, sono altamurana, ed è nella mia città che è nata la mia passione e la mia storia politica. Più precisamente nel liceo classico Cagnazzi dove per un anno ho fatto la rappresentante d’istituto. Da circa cinque anni sono iscritta ai Giovani Democratici (e quindi al Pd) dove ho ricoperto la carica di segretaria del mio Circolo e di responsabile alla formazione politica nell’esecutivo provinciale dei Gd. Mi manca un esame per laurearmi in Giurisprudenza con una tesi in Diritto del Lavoro. La storia di questa candidatura nasce da un’idea dei segretari regionale e provinciale (federazione di Bari) di propormi come rappresentante dei Giovani del Pd alle primarie per i parlamentari del 30 dicembre. Una scelta sostenuta all’unanimità da tutta l’organizzazione e i circoli dei Gd e tanti militanti Pd. A differenza delle politiche, le Primarie ci hanno regalato un successo inaspettato e dato forza ad una voglia di ricambio generazionale ben voluto dalle sezioni. Ho diversi interessi personali tra cui una passione per tutto ciò che riguarda il ‘vintage’, dalla musica alle auto (solo ammirarle, non ne possiedo una). Nei miei momenti di relax adoro leggere classici della letteratura e prediligo i film italiani che raccontano storie di vita vissuta o di grandi personaggi”. Come è nato il suo impegno diretto alle Politiche e come ha preso la notizia dell’elezione? “Sono stata spinta da due fattori: il primo, la possibilità di lanciare un segnale forte di cambiamento che provenisse dall’interno del Partito; il secondo, dar seguito ad un lavoro di quasi cinque anni dell’organizzazione giovanile, molto spesso ignorato dai media. Dopo la vittoria delle Primarie sapevamo che il posto in lista sarebbe stato abbastanza alto da assicurare l’elezione (purtroppo questa legge elettorale presenta questa stortura). Per questo la sorpresa vera si è limitata all’analisi dei voti che arrivavano durante lo scrutinio”. Su quali temi si concentrerà maggiormente la sua attività di deputata? “Ho intenzione di lavorare da subito sui problemi più stringenti del territorio cercando di trasformarmi in cassa di risonanza per il futuro Governo. I temi della scuola e Università, sui quali come Giovani Democratici abbiamo elaborato numerose proposte, saranno al centro della mia azione insieme alla valorizzazione della cultura e della ricchezza che si cela dietro le nostre risorse artistiche ed archeologiche. Insomma, se si dovesse trovare una stabilità governativa ho l’entusiasmo e la forza per lavorare in questa direzione”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!