Tavolo tecnico sul depuratore. Di Mattina: ‘Strumentale’

Gallipoli. Il consigliere del Pdl guarda con sospetto alla decisione di Amati di affrontare la questione ad un passo dalle elezioni

GALLIPOLI – Un tavolo tecnico sul depuratore di Gallipoli si aprirà il prossimo 22 febbraio. Ad un passo dalle elezioni politiche del 24 e 25 febbraio. E proprio vicinanza con la consultazione elettorale porta il consigliere provinciale del Pdl Salvatore Di Mattina a parlare di “appropriazione indebita” di meriti da parte del sindaco della città bella Francesco Errico. Secondo Di Mattina, Errico starebbe facendo passare come suo l’impegno speso attorno alla questione da parte della Provincia di Lecce. “Sospetto”, secondo il consigliere, anche il fatto che la Regione, dopo mesi di sollecitazione, proprio in periodo pre elettorale abbia detto “sì” all’incontro. “È sulla scia di numerose richieste della Provincia di Lecce e del suo presidente Gabellone – dice Di Mattina -, che l’assessore Fabiano Amati ha dovuto finalmente promettere la ‘visita’ nel Salento dopo ben tre mesi di sollecitazioni da parte dell’Ente guidato da Gabellone, che l’ultima volta ha inteso chiamare Amati alle sue precise responsabilità con una lettera dell’11 dicembre. La Regione risponde solo in queste ore (meglio tardi che mai) e fissa un incontro che noi tutti, lontanissimi come siamo dalle strumentalizzazioni politiche, speriamo possa essere decisivo per fissare definitivamente la soluzione tecnica e i finanziamenti necessari a risolvere il problema della depurazione delle acque nella baia di Gallipoli, un punto centrale del programma della Legislatura di Gabellone, che si presentò all’elettorato proprio con l’obiettivo prioritario di risolvere il problema della pulizia del nostro mare. Tra le istituzioni tante riunioni si sono succedute, anche contrastanti e spesso non dal risultato positivo, sino alla mediazione raggiunta proprio dal presidente della Provincia di Lecce, che ha di fatto ‘costretto’ la Giunta Vendola a occuparsi e non snobbare la vicenda Gallipoli. Sarà soprattutto titolo di merito di questa Provincia, se Amati, oltre a fare miracolosamente tappa nel Salento, riuscirà anche a risolvere questo problema così importante nella nostra amata città”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!