Ai domiciliari. Ma andava in giro in moto

Lecce. Scoperto dai carabinieri, l’uomo è stato condotto presso il carcere di Borgo San Nicola

LECCE – Non era mai reperibile durante i controlli di polizia e più volte è stato visto andare in giro con una moto di grossa cilindrata, invece di stare a casa, ristretto agli arresti domiciliari dopo un episodio di resistenza a pubblico ufficiale avvenuto nell’ottobre scorso. Inoltre, si era fatto autorizzare ad andare al lavoro in orario diurno, cosa che però non ha mai fatto. Daniele De Matteis, 29enne di Lecce, ha più volte violato gli obblighi imposti dalla misura cautelare, utilizzando il permesso per recarsi al lavoro al solo scopo di incrementare la sua libertà di movimento. Pensava di agire indisturbato, invece i carabinieri del Nucleo Radiomobile di Lecce che, nel frattempo, hanno eseguito una serie di controlli, hanno informato della cattiva condotta l’Autorità giudiziaria. Così, l’uomo è stato arrestato ed accompagnato nel carcere di Borgo San Nicola.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment