Pensioni di invalidità. L’inps fa un passo indietro

Lecce. Ritirata la circolare del 28 dicembre in cui si chiedeva di considerare, ai fini dell’assegnazione dell’assegno, anche il reddito del coniuge

LECCE – 21mila salentini possono tirare un sospiro di sollievo. Si tratta delle persone che percepiscono un assegno di invalidità civile; di queste, 2.181 sono residenti a Lecce. L’Inps ha infatti ritirato la circolare 149 del 28 dicembre, un provvedimento che ha creato molto scalpore nei giorni scorsi, perché prevedeva che per avere la pensione di invalidità, gli invalidi civili al 100% dovessero fare riferimento non più solo al reddito personale ma anche a quello del coniuge. Tuttavia la segreteria dello Spi Cgil Lecce, il sindacato dei pensionati, mette in allerta avvisando che “non c’è da stare tranquilli”. “Conoscendo la voracità dell’Inps e la bramosia di fare cassa del presidente, Antonio Mastrapasqua (famoso ricoprire un numero spropositato di incarichi) – si legge in una nota – non è da escludere che si ritorni ‘a bomba’. Per ora la netta opposizione dei sindacati dei pensionati, in particolare dello Spi Cgil, ha conseguito un importante successo”. La Direzione generale dell’Inps, infatti, con messaggio n.717 del 14 gennaio a firma di Mario Nori, ha sospeso la circolare n.149, che, estendendo a tutti gli invalidi al 100%, percettori della somma mensile di 275,87 euro, una sentenza della Corte di Cassazione, Sezione Lavoro (la n. 4677 del 25 febbraio 2011), invitava la Direzione provinciale dell’Inps a riesaminare le 21mila prestazioni economiche, conteggiando anche i redditi dei familiari e del coniuge. Fino al momento della circolare, infatti, per percepire l’assegno di 275 euro, la persona invalida era tenuta a considerare solo il proprio reddito mensile, che non doveva superare i 1.343,90 euro lordi, e non anche quello del familiare. Dopo il ritiro della circolare, dunque, le condizioni per percepire la pensione di invalidità rimangono le stesse.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati