'Natale artigiano'. E’ il giorno dei bambini

Lecce. Nel giorno dell’Immacolata, la mostra mercato dell’artigianato tipico salentino ospita l’attore per l’infanzia Oreste Castagna

LECCE – È ricco il programma di “Natale Artigiano” nel giorno della festa dell’Immacolata. Oltre che a visitare la suggestiva mostra mercato dell’artigianato tipico salentino allestita tra luci e musiche in piazza S.Oronzo a Lecce, la manifestazione promossa da Camera di Commercio e Confartigianato Imprese Lecce e organizzata da Big Bang, invita le famiglie a non perdere l’appuntamento con l’attore e autore per l’infanzia Oreste Castagna, direttamente da Rai Yoyo, “Melevisione” e “L’Albero Azzurro” (è sua l’indimenticabile voce di Dodò). Castagna, per la gioia dei bambini, proporrà un doppio spettacolo – alle 11.30 e alle 18.30 (ingresso libero) – intitolato “Storie di pace”. Nel suo nuovo lavoro, il re dei “cartaStorie” indossa i panni del “cercatore e portatore di Pace”, che sulle note della canzone “girogirotondo” accompagnerà il bambino soldato Azim, vittima di una mina anti uomo, in un viaggio che accanto alla sofferenza e agli orrori della guerra intende recuperare i sogni, la speranza e il sorriso. “L’idea – ha spiegato Castagna – è di sensibilizzare le persone al tema della pace e dei pericoli da cui è minacciata, in un mondo in cui i diritti dell’infanzia sono calpestati e più di mezzo milione di bambini sono stati arruolati a forza e costretti a combattere”. Il risultato è una produzione per le famiglie: un girotondo di racconti, pensieri, canzoni per ritrovarsi insieme in un luogo magico e caldo che è il sogno di pace. L’attore bergamasco creerà un clima di festa ed emozioni, aiutato dal sapiente utilizzo dell’arte del ritaglio della carta, da musiche dal vivo per essere cantore di questo desiderio e bisogno che appartiene a tutti. Si rivolge soprattutto ai bambini, perché possano ancora sperare, crescere e dare un senso alla vita con l’amore. Sempre per i più piccoli, “Natale Artigiano” propone i laboratori ludico-didattici realizzati dagli esperti animatori dell’associazione di promozione sociale Magicò, il cui motto è “divertirsi, imparando”. All’interno di un coloratissimo villaggio natalizio, i bambini potranno sperimentarsi come artigiani in completa sicurezza, realizzando biglietti d’auguri, ma anche angioletti, stelle e tante altre decorazioni natalizie. E ancora, fra le attrazioni proposte, c’è un enorme elefante di cioccolato da ben 175 chilogrammi, le cui scaglie saranno donate alle famiglie che vorranno compiere un piccolo gesto di solidarietà a favore di Telethon, per sostenere la ricerca contro le malattie genetiche. L’enorme scultura è stata donata a Confartigianato Lecce e al suo presidente Corrado Brigante, durante la recente “trasferta” in Abruzzo per il “Chocofestival”, la kermesse dedicata al cioccolato organizzata da Confartigianato Chieti, che nei giorni scorsi ha ospitato i pasticceri salentini suggellando un importante gemellaggio tra le due associazioni di categoria. “Natale Artigiano” è in piazza S.Oronzo a Lecce fino a domani, per compiere un viaggio suggestivo alla scoperta delle eccellenze dell’artigianato locale, quello autentico e di qualità, divenuto famoso in Italia e all’estero. All’interno di eleganti casette di legno disposte attorno all’Ovale, decine di aziende artigiane e professionisti locali espongono e lavorano “in diretta” le loro creazioni: dai tradizionali pupi e presepi in cartapesta alle sculture in pietra leccese, passando per le ceramiche (terracotte e maioliche), tessuti e ricami, vetri artistici e mosaico. Uno spazio esclusivo, inoltre, è riservato all’enogastronomia salentina con pittule calde e vin brulé, dolciumi tradizionali, salumi, formaggi e tante altre delizie del palato. L’evento è realizzato in collaborazione con la categoria Artigianato artistico, tradizionale e di qualità di Confartigianato Imprese Lecce, il Consorzio Artigiani della Provincia di Lecce e il Consorzio Ceramiche del Salento, col patrocinio del Comune di Lecce. Oggi e domani la mostra mercato resterà aperta dalle 10 alle 23. Ingresso libero.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment