Una città eco? Il Comune spinge sulle auto elettriche

Lecce. Parcheggi gratuiti e transito nelle ztl. L’esperimento prenderà il via a gennaio e durerà un anno

LECCE – L’obiettivo è ridurre l’inquinamento acustico ed atmosferico in città. Il modo, l’incentivo all'utilizzo dei veicoli a trazione elettrica. A partire dal 1° gennaio 2013, infatti, questi mezzi potranno utilizzare gratuitamente tutte le aree tariffate del Comune di Lecce e transitare e sostare, senza limitazioni orarie, in tutte le zone a traffico limitato della città. Anche in considerazione dell'esiguo numero di veicoli elettrici attualmente circolanti in città, il provvedimento, proposto dall’assessorato alla Mobilità e al Traffico e approvato ieri mattina in giunta comunale, sarà attuato, in via sperimentale per la durata di un anno, fino al 31 dicembre 2013. “Si tratta di un provvedimento indispensabile per continuare a promuovere una cultura mirata alla disincentivazione dell'uso del veicolo privato, perfettamente in linea con il Patto dei Sindaci e la Conferenza di Copenaghen grazie ai quali è stato sancito l’impegno a ridurre sensibilmente le emissioni cittadine dei gas serra – ha spiegato l’assessore al Traffico e alla Mobilità, Luca Pasqualini –. Il nostro obiettivo è quello di creare una città ‘intelligente’ e innovativa, capace di rispondere alle mutate esigenze legate ad una mobilità che dovrà essere sempre più sostenibile per migliorare concretamente la qualità della vita dei cittadini e di offrirsi ai turisti come una città moderna e funzionale”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment