Mestieri di Puglia. Il più richiesto è l’elettricista

Dalla ricerca di lavorofatto.it emerge la classifica degli interventi di riparazione, manutenzione e ristrutturazione più richiesti dai pugliesi

Il lavoro più richiesto in Puglia? L’elettricista. Soprattutto di mercoledì. Lo dice la ricerca condotta da lavorofatto.it, il sito per tutti i lavori di casa che mette in contatto committenti con artigiani referenziati, che ha intervistato 600 artigiani pugliesi. I quali hanno riferito che ogni giorno della settimana è caratterizzato da un imprevisto o una richiesta specifica. Dal lunedì alla domenica i pugliesi hanno bisogno di aiuto e supporto nelle attività di manutenzione della propria casa. Imbianchini, idraulici ed elettricisti diventano così figure fondamentali in grado di cambiare il volto delle giornate. Dall’ulteriore analisi del numero e della tipologia di richieste di preventivi pervenute sul sito lavorofatto.it emerge che il lunedì è il giorno dedicato a chi decide di ristrutturare o effettuare lavori di muratura in casa (45% del totale delle richieste di preventivi ricevute); il martedì bisogna invece fare attenzione alle chiavi di casa (40% del totale); il mercoledì la giornata si fa elettrica (60% del totale), visti i tanti casi di guasti agli elettrodomestici e salti di corrente; il giovedì è inevitabile una visita dell’idraulico (35% del totoale) mentre il venerdì gli italiani richiedono interventi di falegnameria (55%). Il fine settimana è invece dedicato alla manutenzione di giardini e terrazze e a traslochi (65 %). “La ricerca evidenzia l’importanza e la necessità di figure professionali artigiane e tecniche nel tessuto economico italiano – ha dichiarato Giuseppe Alby, amministratore delegato di Lavorofatto.it –. Nonostante l’elevata richiesta sono sempre meno i bravi manutentori, idraulici, falegnami, orlatori, posatori e manutentori. Il rischio che si corre è quello di avere lavori che non hanno lavoratori adatti a farli. Il nostro progetto – prosegue Alby – è quello di valorizzare queste vere e proprie eccellenze del made in Italy incrementando, attraverso il nostro portale, le loro opportunità di lavoro e il conseguente guadagno”. Lavorofatto.it ha inoltre stilato la classifica delle figure specializzate, dei tecnici e degli artigiani più richiesti in Puglia. Al primo posto si posiziona l’elettricista, seguito dall’idraulico e dal fabbro. Subito dopo si trovano muratore, imbianchino, falegname, parchettista e architetto. Ultimi, ma non per demerito, giardinieri, architetti e termoidraulici. L’elevata e continua richiesta di figure specializzate in lavori dedicati al mondo della casa, dimostra la necessità di rilanciare progetti di formazione che favoriscano l’avvicinamento dei giovani ai mestieri e alle arti della tradizione culturale italiana. Un modo per riappropriarsi dei mestieri del “passato” e offrire concrete opportunità lavorative. Recenti studi della Confartigianato hanno evidenziato come siano tanti i mestieri “trascurati” dai giovani. Scarso appeal che si traduce in quasi 150.000 posti di lavoro mancati.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment