Medici nel Regno Unito. Selezioni (anche) nel Salento

Lecce. Al via il reclutamento dei profili richiesti da inserire nel National Health Service. Tutte le info per candidarsi

LECCE – Si cercano in Italia ma lavoreranno nel Regno Unito. E’ questa l’opportunità giusta per 101 medici specializzati e 30 infermieri. Eures (European Employment services) e Best Personnel Ltd (agenzia specializzata nel settore sanitario), hanno dato il via al reclutamento dei profili richiesti da inserire nel National Health Service, con contratto full time (40 ore settimanali) a tempo indeterminato in tutto il Regno Unito. La preselezione per gli interessati che sono residenti nel Salento sarà curata dalla consigliera Eures della Provincia di Lecce Bernadette Greco, nell’ambito dell’Assessorato alla Formazione Professionale e Politiche del Lavoro della Provincia di Lecce. “Perché proprio in Italia? L’alta formazione, la competenza, la capacità di problem solving e la flessibilità sono le carte vincenti che contraddistinguono i laureati italiani e che li rendono così appetibili sul mercato europeo – spiega Ernesto Toma, assessore alle Politiche del lavoro della Provincia di Lecce -. E i giovani e meno giovani risultano ormai sempre più inclini ad arricchire il proprio curriculum di un’esperienza professionale in Europa, lungi dall’evocare dispersione e fuga di cervelli quanto piuttosto, propensi a considerare l’opportunità della mobilità geografica come l’acquisizione di valore aggiunto, fondamentale alla mobilità occupazionale”. Per gli infermieri professionali, con diverse specializzazioni, i requisiti richiesti sono: cittadinanza UE; completamento degli studi in un Paese dell’Unione Europea; conoscenza dell’inglese, sia parlato che scritto, almeno a livello B2; possesso del titolo abilitante all’esercizio della professione di Infermiere ed iscrizione al relativo Collegio professionale. Stessi requisiti per i medici, per i quali il titolo di studio richiesto è la laurea in Medicina e Chirurgia, specializzazione nelle aree mediche indicate nel bando; possesso dell’abilitazione ed iscrizione al relativo Ordine professionale. Per la posizione “middlegrade” è necessario aver maturato anche un’esperienza da quattro a sei anni. Per la posizione “consultant” sono richiesti più di otto anni di esperienza. Per le altre posizioni, potranno candidarsi anche coloro che non hanno maturato esperienza (es. neo-specializzati) purché in possesso del titolo richiesto per l’esercizio professionale relativo a quella specifica area medico/specialistica. In particolare si cercano dieci cardiologi (consultant, middlegrade); dieci anestesisti (consultant, middlegrade); dieci specialisti in A & E (medicina d'urgenza); dieci pediatri; 15 psichiatri; dieci neurologi; sei ematologi; cinque oncologi; cinque geriatri; dieci radiologi; dieci dermatologi. Le candidature saranno preselezionate dai Consulenti EURES di ciascuna Provincia, poi inoltrate alla Best Personnel Ltd che selezionerà i candidati da invitare ad un colloquio iniziale in lingua inglese via Skype. La Best Personnel Ltd assisterà i candidati durante il loro iter di selezione assunzione ed inserimento in modo totalmente gratuito. Tutti coloro che fossero interessati a partecipare, possono inviare un cv modello Europass, in lingua inglese, alla consigliera Eures della provincia di Lecce, [email protected] con oggetto: selezione BPL, infermieri/medici specializzati. L’avviso integrale è disponibile sul sito istituzionale della Provincia di Lecce e su quello di Pugliaimpiego.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment