Venticelli

Vecchi vizi, casi recenti.

I recenti casi di un direttore di giornale condannato per un articolo diffamatorio e di un famoso scrittore che fa causa a un funzionario editoriale per un giudizio pesante postato sul proprio profilo di Facebook sono solo due delle ultime propaggini di un lungo dibattito sulla libertà di espressione e sulla differenza fra esercizio critico e insulto gratuito. Una disputa che, come al solito, in Italia si arricchisce di appassionanti ingredienti teatrali, fra corvi depennati e dossieraggi ben pagati. A proposito di teatro, Giovanni Paisiello e Giuseppe Petrosellini avevano già capito e avvisato che sol con la calunnia a tutte l’ore si può far gran cose, affé! Ma Gioachino Rossini e Cesare Sterbini si permisero, qualche anno dopo, di perfezionare l’exemplum, trasformando la cacca della maldicenza nell’oro della magnifica orchestrazione rossiniana, che per un attimo ci fa parteggiare per il male. Al contrario di quel che forse si pensa, sembrano volerci dire musicista e librettista (che di mestiere faceva il funzionario papale), la calunnia non ha molto a che spartire con le parolacce. Non è una questione di galateo, insomma, ma è un venticello, una gentile brezza che alla fine diventa raffica, colpo di cannone. E guai a chi tocca.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment